Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1420
RAGUSA - 25/04/2009
Sport - La competizione motoristica valevole per il Challenge di Zona della Coppa Italia

10° rally del Barocco ibleo, rombo di motori a Ragusa

Ai nastri di partenza, in via Roma a Ragusa una settantina di piloti

Un successo stamani la decima edizione del "Rally del Barocco ibleo", competizione motoristica valevole per il Challenge di Zona della Coppa Italia e che ingloba anche il "trofeo Renault" e il "Fiesta sporting trophy", a conferma dell´importanza della kermesse ragusana, prescelta anche dalle due grandi case automobilistiche per le proprie manifestazioni specialistiche. E´ stato assegnato, altresì, il primo trofeo "Dionisio Bucchieri", intitolato ad uno dei promotori dell´iniziativa, scomparso lo scorso anno.

L´iniziativa è stata dell´Aci e della Tecno racing service, con il patrocinio, tra l´altro, di Comune e Provincia. Risorse, comunque, assai limitate, ma grande attenzione verso la manifestazione, che ha coniugato il binomio auto-turismo ormai di gran moda, da parte di piloti , addetti ai lavori ed appassionati delle quattro ruote.

Ai nastri di partenza, in via Roma a Ragusa, ci sono stati una settantina di piloti. Tra questi, il top del rally nazionale, con in testa Maurizio Ciffo (copilota Bruna Petrocitto), cinque volte vincitore del Rally ibleo, Paolo Piparo e Mario La Barbera, che hanno vinto due edizione a testa della kermesse. Allo start del direttore di gara Alessandro Battaglia, anche altri grandi specialisti del rally nazionale come Francesco Giardina e Ettore Caranna.

Solo poche innovazioni al percorso di gara di quasi 360 chilometri che si è snodato lungo un collaudato tragitto che ha toccato quasi tutti i centri della provincia e che ha visto impegnati oltre 100 ufficiali di gara e volontari della Protezione civile, oltre a decine e decine di agenti delle forze dell´ordine.