Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 19 Novembre 2018 - Aggiornato alle 12:58
RAGUSA - 06/11/2018
Sport - Basket, A1: prossimo turno in casa del S. Martino di Lupari

Passalacqua dal doppio volto. Recupido: "Voglio continuità"

Entusiasmante il primo quarto contro Lucca poi la squadra si è adagiata Foto Corrierediragusa.it

Passalacqua dai due volti. Bellissima per un quarto e poi vive di rendita. Un atteggiamento che con Lucca ha pagato, anche se le toscane si sono avvicinate nel terzo tempino, ma che con squadre più attrezzate, come Schio e Venezia, ha penalizzato le biancoverdi. Giocare al massimo per tutta la partita o comunque per una lunga parte di essa, e mantenere alta la concentrazione è l’obiettivo di coach Gianni Recupido.

Dice il tecnico: «Credo che a tratti abbiamo fatto delle bellissime cose ed il basket che vogliamo fare. È chiaro che ancora per 40 minuti non abbiamo la tenuta per farlo e per 40 minuti in questo momento non abbiamo la tenuta mentale per restare sereni. Quando andiamo in difficoltà ancora non sappiamo dove ci dobbiamo appoggiare e su quali giocatrici. Ovviamente possiamo solo crescere. Alle ragazze l’ho detto più volte, il nostro è un percorso di crescita, e non possiamo pensare di essere come eravamo alla fine dello scorso anno. Noi dobbiamo ricostruire la nostra fiducia, le nostre certezze e i nostri punti di riferimento. Lucca, tra l’altro, non è affatto una squadra di sprovvedute, ed era chiaro che avessero una reazione. Ma quello che a me importa è la nostra di reazione quando andiamo in difficoltà, e lì dobbiamo riuscire a restare sereni, tranquilli ed equilibrati e gestire quindi meglio i momenti più problematici che capitano inevitabilmente durante la partita».

Sabato intanto, la comitiva biancoverde sarà di scena sul parquet di San Martino di Lupari. «San Martino? È una squadra che fa giocare malissimo e torno a dire che sarà proprio quella la chiave, ovvero gestire i momenti di difficoltà che ci saranno – spiega Recupido - Dobbiamo essere coscienti di avere una squadra di gran livello. Noi dobbiamo lavorare per crescere e se alla fine della stagione arriveremo a giocare 39 minuti come i primi 10 oggi con Lucca penso che sarà difficile per tutti».