Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 21 Novembre 2018 - Aggiornato alle 17:53
RAGUSA - 10/09/2018
Sport - Calcio, Eccellenza/B: la vittoria del Terme Vigliatore punisce oltremodo i rossoblù

Marina di Ragusa non si abbatte dopo la sconfitta

Squadra ancora non al top, bisogna migliorare la condizione fisica Foto Corrierediragusa.it

«Nessun processo, stiamo calmi e lavoriamo». Salvo Utro è deluso ma previene ogni polemica dopo l’imprevista (ed immeritata) sconfitta con il Terme Vigliatore. «Dobbiamo guardare a questo campionato con occhi diversi –dice il tecnico- Inutile pensare allo scorso anno. Ci dobbiamo salvare e dobbiamo evitare errori. Speriamo di recuperare gli assenti che mi daranno la possibilità di avere più scelte e maggiore qualità». Utro non nasconde che Nicola Arena deve ancora lavorare per recuperare la migliore condizione fisica. L’attaccante può essere decisivo anche in Eccellenza ma deve stare bene. Contro i peloritani è apparso spesso in ritardo ed ha girato al largo dell’area. Sulla via del recupero c’è Alessandro Arena che consentirà al tecnico di potere schierare altro veterano a cominciare da Di Martino in porta anche se Licata si è comportato benissimo. Poi c’è l’incognita Vindigni. Il centrale è fermo da un anno, al rientro si è fatto mal e deve ancora recuperare. Tutto da vedere quanto i tre uomini esperti della squadra, Vindigni in difesa, Pellegrino a centrocampo e Nicola Arena al centro dell’attacco dureranno e fino a quando li sorreggerà la condizione fisica. Il campionato è lungo e gli avversari aggressivi e veloci. L’esperienza serve ma la condizione fisica è essenziale.

(Nella foto di ON AIR TV ITALY: la formazione andata in campo. Da sin.: Nicola Arena, Daniele Arena, Giuliano Carnemolla, Gaspare Pellegrino, Simone Iozzia, Rosario Chiazzese, Sebas Capozucchi, Giuseppe Immesi, Giovanni Licata, Fabio D´Agosta)

E’ successo domenica:
Marina di Ragusa-Terme Vigliatore: 0-1
Marcatore: 46’st Leo

Marina di Ragusa: La Licata, Carnemolla,(46’st Maggio), Immesi,Iozzia, Chiazzese, Capozucchi, D’Agosta, Pellegrino, N. Arena(32’st Maiorana), D. Arena (30’ st Passewe), Bello (4’st Baldeh). All. Utro

Terme Vigliatore: Foti, Laudani, Triolo (Leo 24’st), Bucolo, Leo S., Puzzone, Bartuccio, Chiappone (31’st D’Anna), Calabrese, Genovese, Crifò (Chillari 37’st) All. Cambria

Arbitro: Galioto (Sr)

Il veleno è nella coda. Il Marina di Ragusa perde proprio sul filo dei secondi finali di gara e la squadra peloritana ringrazia. Il Terme Vigliatore non ha rubato nulla ma il Marina ha tutti i motivi per recriminare e dire che un punto lo avrebbe meritato. Esordio più amaro in Eccellenza non ci poteva essere per la squadra di Utro. La condizione di alcuni rossoblù, a cominciare da Nicola Arena, non è delle migliori e le assenze di qualche titolare come Alessandro Arena e Vindigni ha costretto il tecnico a rimescolare la carte. Quindi dentro La Licata in porta al posto di Du Martino, per una questione di numero di under, con a possibilità di schierare un uomo di esperienza avanti. La Licata se l’è cavata egregiamente almeno in un paio di occasioni ma l’esito delle scelte di Utro non ha premiato.

Ci si è mesa anche la terna arbitrale segnalando un paio di fuorigioco discutibili ed il Marina alla fine ha pagato a caro prezzo. La prima occasione è per i padroni di casa al 5’ con D’Agosta che sfiora il palo a portiere battuto. Al 9’ traversa scheggiata da Genovese ed ancora ospiti in avanti al 14’ quando La Licata è costretto ad intervenire di piede sul tiro a colpo sicuro di Chiappone. Il Marina non riesce ad imbastire azioni veloci e precise ed il terme controlla. Nella ripresa la velocità di Baldeh dà sprint ai rossoblù ed al 4’ il gol sembra fatto. La ribattuta di testa di Nicola Arena è vincente ma la collaboratrice di linea dell’arbitro segnala la posizione di off side. Al 23’ si ripete il caso ma stavolta è Immesi ad essere fermato. Utro manda in campo uomini freschi ma non serve. Anzi al 46’ è doccia fredda, anzi freddissima. Cross in area, miracolo di La Licata ma sotto porta arriva Leo che di piatto mette in rete per lo 0-1. Il centinaio di tifosi sugli spalti sono delusi così come i giocatori rossoblù ma non c’è più tempo.

I risultati della 1° giornata di andata ( 9 sett. 2018):
Atl. Catania-Scordia:1-3
Biancavilla-Camaro: 3-1
Rosolini-S. Pio X:2-1
Jonica-Milazzo:2-1
Marina di Ragusa-Terme Vigliatore:0-1
Real Aci-Giarre:1-1
Palazzolo-S. Croce:3-1

La classifica:
Scordia 3
Palazzolo 3
Biancavilla 3
Rosolini 3
Jonica 3
T. Vigliatore 3
Real Aci 1
Giarre 1
Marina di Ragusa 0
S. Croce 0
Atl. Catania 0
Camaro 0
S. Pio X 0
Ha riposato il Paternò