Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Luglio 2018 - Aggiornato alle 23:40
RAGUSA - 06/03/2018
Sport - Calcio, Prima Categoria: a 7 giornate dal termine in testa ritorna il Cara Mineo

Atl. Scicli batte capolista, Pro Ragusa ko. con Virtus Ispica

Gli sciclitani di Betto sono al secondo posto grazie alla vittoria sul Portopalo. Bene il Pozzallo Foto Corrierediragusa.it

Cambia ancora la testa della classifica. Il Cara Mineo, grazie ai 3 punti a tavolino contro il Solarino, supera il Portopalo sconfitto dall’Atletico Scicli (foto). E’ la squadra di Betto a compiere l’impresa della giornata su un campo difficile come quello di Pachino. Un gol di Vindigni vale i 3 punti dopo una partita tiratissima che gli sciclitani hanno vinto grazie anche al portiere Giannì, autore di interventi decisivi. Il cannoniere Accarpio si è visto boccare almeno due palloni destinati in fondo al sacco e l’Atletico Scicli è ora secondo a quota 35 insieme al Portopalo. Un punto sotto il Pozzallo che vince come da pronostico contro il Ferla rifilando tre gol ai siracusani con Caccamo, Maltese ed Assenza.

Altra impresa della giornata è quella della Virtus Ispica che passa al «Biazzo» contro il Pro Ragusa. La cura Denaro funziona e i giallorossi con un gol di Perez fermano la marcia del Pro Ragusa in una partita nervosa caratterizzata da ben 4 espulsioni. La squadra di Cervillera frena la sua rincorsa alla testa della classifica ed è ora quinta a 33 punti inseguita ad un punto dalla rediviva Virtus Ispica. Fa bene anche il Per Scicli che batte allo «Scapellato» il Vizzini con gol di Campailla e Rizza nella ripresa ed è ora a metà classifica con 25 punti. A sette giornate dalla conclusione del campionato discorso apertissimo sia per la promozione diretta sia per i play off con le squadre iblee comunque ben piazzate ma finora incapaci di accelerare.