Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 20 Giugno 2018 - Aggiornato alle 23:31
RAGUSA - 05/03/2018
Sport - Basket, A1: la vittoria con Lucca facilita il percorso nella fase ad orologio

Passalacqua è terza, vietato fare passi falsi con Napoli

Vincere con la squadra dell’ex Nino Molino fondamentale per mantenere la terza posizione Foto Corrierediragusa.it

Coach Recupido (foto) si gode la vittoria contro Lucca. Non era scontato vincere contro le campionesse d’Italia ma le biancoverdi hanno avuto una Hamby in più nel motore. Dice il tecnico: «Era una partita molto difficile perché non giocavamo da un mese e si è visto, perché soprattutto all’inizio non avevamo il ritmo partita. Siamo stati bravi poi, via via a riprenderlo e per la prima vola in una patita punto a punto non ci siamo persi, non smarrendoci in attacco, contro una squadra che fa della difesa il proprio marchio di fabbrica, e tenendo abbastanza bene in difesa. Si deve vincere anche giocando così così: queste sono le vere prove di forza. Non puoi pensare di vincere solo giocando bene ma dobbiamo imparare a soffrire e a potare a casa anche partite di questo tipo. Ovviamente c’erano alcune giocatrici in condizioni non ottimali, ed io le ringrazio per la disponibilità a giocare lo stesso. E’ un passo avanti per conservare il terzo posto. Napoli diventa un match fondamentale per conservare il terzo posto».

Vincere la seconda partita casalinga della fase ad orologio significherebbe la matematica conquista del terzo posto a prescindere dai risultai delle due trasferte a Venezia e Schio, sulla carta chiuse dal pronostico. Napoli andrebbe infatti a 6 punti e anche se appaiasse alla fine di questa fase Ragusa sarebbe comunque quarto avendo le ragusane il vantaggio negli scontri diretti

E’ successo domenica:
Passalacqua Ragusa-Gesam Lucca: 60-53 (11-11, 24-26, 44-40)

Passalacqua Ragusa: Consolini 8, Soli 3, Hamby 25, Kuster 9, Ndour 15; Gorini, Spreafico, Formica, Miccoli. All. Recupido

Gesam Lucca: Battisodo 6, Drammeh 16, Roberts 7, Crippa, Udodenko 16; Melchiori, Striulli 5, Tognalini 2, Brunetti, Nicolodi 2. All. Serventi


La Passalacqua vince al PalaMinardi la prima partita della fase ad orologio e mantiene il terzo posto solitario. Lucca viene ricacciato indietro a 4 punti di distanza e Napoli, sconfitto da Venezia, resta quarto a 2 punti. Al PalaMinardi è stata una partita fisica, equilibrata con il primo break significativo, e vincente, ad 1’ dalla fine quando Consolini ha portato a 5 i punti di vantaggio per le biancoverdi. Ndour ha poi arrotondato il punteggio con due tiri liberi a pochi secondi dalla fine. Lucca ha giocato una partita molto attenta, chiudendo bene gli spazi difensivi ma nulla ha potuto contro la precisione e la velocità di Hamby, migliore realizzatrice con 25 punti. La Passalacqua è stata brava a contenere Drammeh e Udodenko facendole girare al largo del pitturato e concedendo poche occasioni di tiro.

Primo quarto in perfetto equilibrio con Ndour che apre la gara ma il punteggio resta basso sia per gli errori sia per il buon gioco delle rispettive difese. Nel secondo quarto la Passalacqua cerca di accelerare, coach Recupido cambia più volte il quintetto in campo ma è Lucca con le due straniere a portarsi avanti. Al rientro in campo la Passalacqua recupera subito il minimo svantaggio accumulato ma Lucca è sempre lì. Ndour sbaglia da 3 ma ci pensa Hamby. A metà tempo 31-30 per le aquile e partita apertissima. Lucca va anzi avanti sul 38-40 ma la Passalacqua recupera con Kuster e Hamby che danno un vantaggio di +4. Partita tutta da giocare ed il pubblico si infiamma. Le toscane recuperano e operano il sorpasso al 7’, 44-45. Le biancoverdi non riescono a «bucare». Poi Ndour e Hamby ribaltano ma il vantaggio è minimo. Il break decisivo arriva al momento giusto quando non c’è più tempo per recuperare. La Passalacqua fa valere la maggiore freschezza, la capacità di conquistare palla e ribaltare il gioco. Domenica prossima biancoverdi ancora in casa contro Napoli.