Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 24 Giugno 2018 - Aggiornato alle 16:04
RAGUSA - 05/03/2018
Sport - Basket, serie C: conclusa la stagione regolare con la trasferta di Barcellona

Nova Virtus vince e va ai play off. Giocherà contro Alcamo

Soddisfazione in casa virtussina. Il presidente Vicari: "Daremo il massimo" Foto Corrierediragusa.it

Or.Sa Barcellona-Nova Virtus Ragusa: 67- 84 (21-23, 12-25, 18-13)

Or.Sa Barcellona: Salvatico 9, Mustacchio, Vukajlovic 10, Biondo 5, Stakic 4, Navoli 8, De Simone 13, Floramo 3, Cortina 15. Allenatore: Baldaro

Nova Virtus Ragusa: Licitra 19, Idrissou 12, Dinatale, Canzonieri 10, Sorrentino 11, Comitini, Ferlito 8, Carnazza 6, Girgenti 14, Simon 4, Allenatore: Di Gregorio


La Nova Virtus (foto) vince a Barcellona e conquista i play off da terza classificata. I virtussini incontreranno Alcamo al meglio di tre partite e cominceranno gà domenica prossima al PalaPadua. Contro Barcellona la Nova Virtus ha imposto la sua forza sin dall’inizio con un ottimo Licitra, miglior realizzatore del match con 19 punti. Tutta la squadra ha comunque dato dimostrazione di star bene. Dopo un primo quarto sul filo dell’equilibrio i ragazzi di Di Gregorio hanno staccato i padroni di casa ed alla fine hanno prevalso di 17 punti.

«C’è moltissima soddisfazione- dice il presidente Alessandro Vicari- per i traguardi raggiunti finora. La classifica è già un risultato importante. Adesso iniziano i playoff, sicuramente ci proveremo dando sempre il massimo, ma non c’è alcuna aspettativa. Viviamo alla giornata, considerando anche il fatto che tutte le squadre del campionato hanno aggiunto rinforzi nel corso del campionato, tranne noi che, al contrario, abbiamo perso un giocatore come Mammana, per impegni lavorativi. Motivo per cui sarà sicuramente una sfida ad alto tasso di difficoltà e l’obiettivo primario rimane invariato: crescere i giovani talenti del nostro vivaio, tutto ciò che arriverà in più sarà solo motivo di orgoglio maggiore.»