Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 20 Giugno 2018 - Aggiornato alle 23:31
RAGUSA - 03/03/2018
Sport - Calcio, Eccellenza/B: in testa pari Città di Messina, Bincavilla sconfitto nel derby

Ragusa perde la partita e la faccia a Caltagirone: 10 Juniores in campo e ritiro a fine primo tempo

Comunicato all’arbitro l’infortunio di 4 giocatori, è mancato il numero minimo previsto dal regolamento Foto Corrierediragusa.it

Caltagirone-Ragusa: 4-0
Marcatori: Ruscica, 6’ e 9’pt Floridia, 43’pt Giaquinta

Caltagirone: Polessi, Iammeh, Di Martino, Lamarana, Italiano, Buttiglieri, Giaquinta, Susso, Abdullahi, Ruscica, Floridia

Ragusa: Cilmi, Lo Iacono, Di Stefano, Sillah, Lacarrubba, Macca, Vicari, Baki, Manfrè, Sapuppo

Note: la partita è stata sospesa per l’infortunio di 4 giocatori del Ragusa e la mancanza del numero minimo previsto dal regolamento


Ancora una figuraccia. Ancor più di quella di s. Agata perché allora gli juniores azzurri portarono fino in fondo la partita nonostante in 9. Al «Bongiorno» (foto) la squadra, già presentatasi in 10, ha comunicato all’arbitro che 4 giocatori erano infortunati per cui al direttore di gara non è rimasto altro che chiudere anzitempo la gara. E’ l’inizio della fine per il Ragusa nonostante in sala stampa il presidente Franco Pluchino si affretti a dire che sta tendando il tutto per tutto per risolvere la situazione. Il Ragusa è affondato con buona pace di Pluchino che forse è l’unico a non rendersene conto. I giocatori lo hanno abbandonato al suo destino ed il solo Manfrè dei titolari è sceso in campo risultando tra i più positivi e capaci di lottare. Onore agli Juniores che hanno consentito di non rinunciare alla gara ma da qui alla fine del campionato sarà sempre la solita storia.

La partita è durata appena 10’. Il Caltagirone è andato in gol già al 2’
Con Enrico Ruscica, al 6’ raddoppia Floridia su assist di Giaquinta. Il terzo gol porta ancora la firma di Davide Floridia, l’attaccante gelese dopo un dribbling mette la palla nell’angolino basso del portiere. A fine primo tempo in gol Alex Giaquinta.

Il Ragusa dal canto suo si è presentato due volte nella metà campo difensiva del Caltagirone, senza impensierire Nicola Polessi. All’intervallo, termina il match a causa dell’infortunio di cinque giocatori biancazzurri. Per i tifosi biancorossi sugli spalti, che con coreografie, cori e fumogeni hanno incitato i propri beniamini c’è stato poco da godere perché è stata una pantomima piuttosto che una partita di calcio. I tifosi calatini hanno dedicato un minuto di cori e applausi a «Giorgio Piccolo», ex capo ultras del Ragusa, scomparso la scorsa estate. Nel post partita le dichiarazioni amare del tecnico calatino Samuele Buoncompagni: «Queste situazioni fanno male al calcio e allo spettacolo, noi comunque avevamo solo l’obiettivo di portare a casa i tre punti, a prescindere da tutto. La squadra era determinata, l’importante era vincere. Adesso guardiamo avanti.»

I risultati della decima giornata di ritorno (3 marzo 2018):
S. Pio X- S. Agata:1-3
Adrano-Pistunina:0-3
Caltagirone-Ragusa: 4-0 (sospesa dopo p.t.)
Città di Messina-Scordia:1-1
Rosolini-Avola:6-0
Giarre-Camaro:0-0
Real Aci-Atl. Catania:2-1
Paternò-Biancavilla:1-0

La classifica:
Città di Messina 63
Biancavilla 54
S. Agata 54
Scordia 52
Camaro 50
Giarre 45
Paternò 45
Rosolini 42* (una partita in meno)
S. Pio X 30
Pistunina 25
Caltagirone 22
Real Aci 19
Avola 16
Ragusa 12
Atl Catania 9 12 (una partita in meno) (-1)
Adrano 9