Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 18 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 11:48
RAGUSA - 28/02/2018
Sport - Le stelle al merito vogliono riconoscere l’impegno e la qualità dei premiati

Coni consegna benemerenze ad atleti e società iblee

La cerimonia seguita da un convegno su "Raccontare le emozioni dello sport" Foto Corrierediragusa.it

Il Coni premia atleti e società che si sono distinti. Le benemerenze sportive saranno consegnate dal delegato Coni Ragusa, Gianstefano Passalacqua nel corso di una cerimonia che si tiene sabato alle 15.30 presso un noto locale. Le medaglie di bronzo saranno consegnate a Monica Floridia, campionessa italiana di pugilato, Giovanna Iachella e Marcella Arnone, campionesse italiane a coppie femminile di bridge, Guglielmo Pacetto, terzo classificato ai campionati europei di kickboxing e a Simona Sorrentino, terza classificata ai campionati europei con la nazionale di basket disabili. Stella d’Argento-Società (per gli anni di attività e i risultati conseguiti) sarà consegnata alla Scherma Modica (nella foto); Stella Bronzo-Ragusa (al merito sportivo per la lunga attività di dirigente) andrà a Salvatore Tuttolomondo. Dopo la cerimonia di consegna si tiene un incontro con il co-direttore di Sky Sport Giovanni Bruno (che in seno al Coni è anche membro del Comitato Controlli Antidoping) sul tema «Raccontare le emozioni dello sport».

«Credo nello sport come valore –dice il delegato provinciale del Coni, Gianstefano Passalacqua- diventa importante per i giovani che si avviano alla pratica, mettere loro davanti esempi di disciplina, sacrificio e talento che li possano fare appassionare a prescindere se si tratta di sport individuali di squadra con o senza una palla. Diventa quanto mai importante, in questo senso, che tutte le parti in causa: istituzioni, scuole, società sportive fino agli organi di stampa, facciano la loro parte, affinché tutto ciò che ruota attorno allo sport sia un esempio di pulizia e di indubbie qualità morali e sociali».