Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 16 Agosto 2018 - Aggiornato alle 15:03
RAGUSA - 02/02/2018
Sport - Calcio, Eccellenza: gli azzurri in trasferta al Garden Sport di Mili Marina per la 5a di ritorno

Ragusa cerca punti sul campo del Pistunina per rialzarsi

Manca il difensore Peluso per squalifica, rosa ai minimi termini Foto Corrierediragusa.it

Trasferta insidiosa per il Ragusa sul campo del Pistunina. I tirrenici sono fuori appena un punto dalla zona play out, appena un punto sopra il Caltagirone a quota 17, e vogliono restare in zona sicurezza. Il Pistunina è reduce dalla quaterna rimediata contro il S. Agata in trasferta e vuole riscattarsi. Troverà un Ragusa rabberciato sia dal punto di vista del morale sia per problemi fisici. Inoltre il tecnico Filippo Raciti (foto) non potrà schierare Peluso, che è stato squalificato a seguito dell’espulsione rimediata contro il Biancavilla. Mancherà dunque un perno della coppia centrale difensiva che conta anche su Caruso e, vista l’esiguità della rosa azzurra, il tecnico ha difficoltà per la sostituzione di un difensore esperto e valido come Peluso.

Dice Raciti: «Troveremo una squadra particolarmente arrabbiata che proverà senz’altro a sfruttare il fattore campo. Noi ci scommetteremo sino all’ultimo e sappiamo che non bisognerà mollare mai. Andremo avanti con determinazione, per quanto possibile. Il nostro campionato è ancora lungo e sarà condizionato da numerosi eventi. Uno tra questi potrebbe essere la partita di domenica. Non sarà facile, soprattutto, cercare di superare la condizione psicologica dei nostri ragazzi. In queste giornate ho lavorato in particolare su questo. In realtà, ci siamo dati da fare su più fronti e ritengo che, giornata dopo giornata, dopo la fase più critica, la squadra stia in qualche modo migliorando. Ora, però, dobbiamo mettere in evidenza tutto ciò che di buono abbiamo fatto. Ed è questo l’aspetto su cui, secondo me, dovremo spenderci più che in altri ambiti. E’ indispensabile procedere assolutamente seguendo questa direzione. Sono convinto che otterremo le risposte che vogliamo».