Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 22 Febbraio 2018 - Aggiornato alle 0:42
RAGUSA - 31/01/2018
Sport - Calcio, Promozione: partita equilibrata nel primo tempo, poi la stoccata dei rossoblù

Marina di Ragusa vince con gol di Pianese a Misterbianco

Alle semifinali si qualificano anche Priolo, Rometta e Ganci Foto Corrierediragusa.it

Misterbianco-Marina di Ragusa: 0-1
Marcatore: 10’st Pianese

Marina Di Ragusa: Cavone, Ferrara (36´st Passewe), Pianese (30’st Carnemolla), Puglisi, Tuvé, Al. Arena, Gatto, D’Agosta, Baldeh (9´st Sella), Ascia (25’ N. Arena), D. Arena

Arbitro: Raso di Messina
Note: espulso D’’Agosta al 24’ del st


Un colpo di testa di Gigi Pianese (foto) regala le semifinali di Coppa Italia ai rossoblù. Il Marina di Ragusa doveva vincere o pareggiare con più di un gol in forza dell´1-1 maturato all´andata ed ha fatto fino in fondo il suo dovere. Il Marina controlla nel primo tempo la gara contro il temibile Misterbianco e piazza ad inizio ripresa il colpo del ko. Ora c’è la concreta possibilità di arrivare in finale anche perché il lotto delle contendenti non è di primissimo livello con Priolo, Ganci e Rometta. E’ stata una partita tatticamente perfetta degli uomini di salvatore Utro.

Passata la pressione del primo quarto d’ora al "Valentino Mazzola» è stato il Marina a prendere il comando delle operazioni. Cavone salva sul tiro di Bonaccorso al 12’ poi sono Gatto, D’Agosta e Daniele Arena a mettere in pericolo il reparto arretrato etneo. Nella ripresa al 10’ calcio d’angolo battuto da D’Agosta, Pianese è appostato sul secondo palo e il colpo di testa finisce dentro. Il Marina non demorde ed insiste anche se al 24’ D’Agosta becca la seconda, evitabile, doppia ammonizione ed è espulso. Il Misterbianco si butta in avanti ma non trova sbocchi. Quando lo fa, a pochi minuti dalla fine, c’è Cavone a salvare in extremis su Oliveri in seguito ad azione da calcio d’angolo ed un batti e ribatti in area. Finisce con la vittoria dei rossoblù che fanno festa in campo e fuori.