Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 18 Agosto 2018 - Aggiornato alle 15:35
RAGUSA - 25/01/2018
Sport - Basket, A1: la pesante sconfitta in Catalogna arriva prima della sfida con le lagunari

Passalacqua, dimenticare Girona e rimettersi in marcia. Recupido: "Con Venezia ce la possiamo fare"

La squadra è rientrata in sede per recuperare energie e preparare la gara di campionato Foto Corrierediragusa.it

Un brutto colpo da riassorbire subito. Domenica c’è subito Venezia in campionato e non sarà facile per la Passalacqua. La squadra sta cercando di recuperare energie proprio in vista del match con le lagunari che hanno giocato contro Kosice in Eurocup battendo le ceche di ben 21 punti.

Dice coach Gianni Recupido: ««Diciamo che loro hanno un giorno in meno per riposare mentre noi ne avremo uno in più di ma a parte questo il nostro obiettivo deve essere quello di recuperare alla svelta le energie soprattutto mentali in vista della partita di Venezia, che diventa molto importante. Fortunatamente abbiamo poco tempo per pensarci e questo è un bene. A Girona abbiamo fatto bene per un quarto e mezzo poi loro, che sono già un’ottima squadra, hanno preso fiducia, noi abbiamo attaccato male e preso tanti contropiedi ed il divario si è allargato fin troppo. Sicuramente non ci stavano 24 punti fra noi e loro, ed hanno tirato con percentuali ottime proprio anche perché noi gli abbiamo fatto prendere fiducia, diciamo che ci stava di perdere qui, ma usciamo un po’ amareggiati perché l’abbiamo strapersa».

E’ successo mercoledì:
City Lift Girona-Passalacqua Ragusa: 85-61 (11-15, 40-34, 63-40)

City Lift Girona: Martinez 8, Mendy 16, Buch 14, Evans 10, Colhado 7; Romeo 8, Alminaite 6, Conde 2, Traore 14

Passalacqua Ragusa: Consolini 12, Soli 4, Hamby 20, Kuster 5, Ndour 7; Gorini, Spreafico 9, Formica 4


Catalogna amara per la Passalacqua. Le biancoverdi perdono l’imbattibilità e compromettono il passaggio al prossimo turno. La squadra di coach Recupido esce dal parquet del Pavello Fontajau di Girona con un pesante -24 di differenza e ci vorrà un autentico miracolo per ribaltare la differenza canestri al PalaMinardi tra una settimana. La Passalacqua ha retto per i primi due tempini ed è affondata letteralmente al ritorno in campo accumulando ben 17 punti di differenza in un solo quarto. La stanchezza ha giocato ma Girona è team di grande qualità tecnica e fisica. Martinez, ex Schio, ha orchestrato gioco ma soprattutto Mendy, Traore e Buch hanno messo in grande difficoltà il sistema difensivo biancoverde. Le padrone di casa sono state anche brave a contenere al meglio Ndour, rimasta in campo solo 21´ e autrice di soli 7 punti, che poco ha potuto contro il pressing delle catalane. Hamby ha cercato in qualche modo di tenere a galla il quintetto ma alla fine si è arresa anche lei.

La partita si mette bene per la Passalacqua che va a canestro con Soli, Consolini porta le compagne sul 5-8 e poi tre canestri consecutivi di Ndour consentono alle biancoverdi di chiudere sul 11-15. Sembra ancora la serata giusta. Il secondo quarto comincia con le spagnole in grande pressing ma fino a metà tempo le ragusane conducono, 20-22. Poi Girona prende il largo, Traore fa 35-28 con un tiro da 3 e Buch chiude sul 40-34 dopo i canestri di Formica e Hamby. Al ritorno in campo dopo il canestro di Hamby, 40-36, è Girona show. La Passalacqua segna solo al 7’ con Formica e fa 53-38 per una partita ormai segnata. Si chiude il tempino a 63-40. La Passalacqua ha uno scatto d’orgoglio nell’ultimo quarto ma non c’è niente da fare perché Girona tiene bene il campo. Le ragusane non riescono a recuperare ed il successo è nettamente di Girona.