Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 21 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 12:28
RAGUSA - 17/01/2018
Sport - Basket, A1: il recupero della terza giornata di ritorno va alle padrone di casa

Passalacqua non si ferma più. Batte S. Martino Lupari di misura ed aggancia Lucca al terzo posto

Partita molto combattuta, decisa solo nei minuti finali Foto Corrierediragusa.it

Passalacqua Ragusa-Fila S. Martino Lupari: 63-59 (22-13, 33-27, 47-47)

Passalacqua Ragusa: Consolini 14, Kuster 13, Ndour 19, Gorini Gorini 8, Miccoli 2, Formica 3, Miccoli 2, Soli 4


La Passalacqua fa sua la partita nei secondi finale. Supera S. Martino in classifica ed aggancia Lucca al terzo posto. Vale oro la quarta vittoria consecutiva in campionato che si aggiunge alle due di Eurocup per un filotto di tutto rispetto. Contro le «lupe» al PalaMinardi (foto) non è stato facile ma le biancoverdi hanno stretto i denti proprio nei minuti finali per avere ragione di un avversario tosto, mai domo, che non ha mai rinunciato. Come all’andata, quando S. Martino prevalse di un solo punto, anche al PalaMinardi la partita vive il suo apice sui titoli di coda. Kuster va a canestro per il 60-57 a 1’45" dalla sirena ma Mahoney riporta S. Martino sotto, 60-59. Ci vuole una bomba di Gorini per portarsi a +4 e lo sbaglio clamoroso di Gianolla sulla transizione per il più facile dei canestri. La palla incoccia il ferro e per la Passalacqua è fatta.

Partita con le biancoverdi subito avanti, squadra bloccata in difesa con marcature strette su Bailey e Mahoney (20 punti per lei). Squadra fresca e sulle gambe. S. Martino accorcia le distanze nel secondo tempino e si porta a -6. La Passalacqua ritorna in campo accusando la fatica, la squadra è pressata in difesa e non riesce ad uscire se non per le giocate di Ndour, ancora decisiva, Kuster e Consolini. Le ospiti si portano sul pari e la partita è tutta da giocare. S. Martino aggressivo anche nell’ultimo quarto, i rimbalzi sono suoi e la Passalacqua soffre. C’è anche il sorpasso ma Ragusa si riprende grazie alle giocate individuali e a 2’ dalla fine va sul +4 che mantiene fino alla fine ma con grande sacrificio.