Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 17 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 10:56
RAGUSA - 28/12/2017
Sport - Calcio, Eccellenza/B: la società deve rinforzare la rosa da mettere a disposizione del tecnico

Ragusa si allena, 2 nuovi arrivi e deciso a farsi valere

Alle spalle del presidente un gruppo di 6 professionisti. Preannunciata una conferenza stampa di presentazione Foto Corrierediragusa.it

Arrivi e partenze in casa Ragusa. La squadra ha ripreso ad allenarsi dopo la pausa natalizia e il tecnico Filippo Raciti è alle prese con la valutazioni di due elementi svincolati che potrebbero servire alla causa azzurra. Si tratta di un attaccante e di un centrocampista che serviranno a rimpolpare una rosa ridotta ormai a soli 16 elementi. L’abbandono di Rimmaudo per motivi di lavoro è stato un colpo pesante per la squadra che ha potuto contare sul peso e soprattutto sui gol dell’attaccante comisano ad inizio stagione. I due precedenti arrivi, Bonolo e Di Stefano lavorano già col gruppo e l’attaccante brasiliano ha già esordito nella trasferta contro il Città di Messina.

Franco Pluchino (foto) si presenta al nuovo anno nella qualità di presidente del Ragusa, carica che ha assunto su mandato del gruppo dei sei soci che sostengono, ognuno con le proprie risorse, il progetto Ragusa. Dice il presidente Pluchino: «La società è solida e non condivido tutte le preoccupazioni che sono emerse. Mi è stato chiesto di fare da punto di riferimento della squadra. Subito dopo Capodanno presenteremo l’organigramma alla città ed agli sportivi. Il Ragusa vuole battersi per mantenere la categoria e lo dimostra il fatto che stiamo cercando di mettere a disposizione del tecnico nuovi giocatori. Ci sono società in difficoltà, come Atletico Catania, Avola, Adrano ed è importante per noi tenere duro. Finora lo abbiamo fatto con molta dignità e la sconfitta di misura sul campo della capolista lo dimostra».