Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 9 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 19:23
RAGUSA - 12/12/2017
Sport - Calcio, Eccellenza/B: la sconfitta con il Paternò ha fatto male, società ancora assente

Ragusa, Raciti deluso: "Andare avanti così non ha senso"

Il tecnico pensa alle dimisisoni. Il direttore sportivo ha gli elementi pronti ma la dirigenza latita Foto Corrierediragusa.it

Filippo Raciti (foto) è ad un passo dalle dimissioni. La confitta casalinga con il Paternò è la goccia che ha fatto traboccare il vaso, non tanto per la perdita dei 3 punti o almeno di u pari che sarebbe stato meritato, quanto per le modalità in cui è maturata. Lo spiega lo stesso tecnico: «Sono stato costretto a giocare con sei juniores e tra l’altro, nonostante tutto, la squadra si è mossa con grande sagacia e dinamismo. Addirittura ci trovavamo avanti di una rete alla fine del primo tempo. Poi, naturalmente, non avendo cambi all’altezza e non potendo contare su altri elementi che potessero garantire una certa continuità, abbiamo subito il pareggio e, così come accaduto per buona parte del campionato, un’altra rete nel finale che, anche in questo caso, ha sancito la sconfitta».

Il Ragusa è ad un bivio e non è forse un caso che domenica si gioca l’ultima giornata del girone di andata. Un trasferta proibitiva sul campo della capolista Città di messina. Dice ancora Raciti: «Senza nuovi innesti non sapremmo cosa dovremmo andare a fare sabato sul campo del Città di Messina». Il direttore sportivo Santo Palma è alla ricerca di elementi di esperienza ma si scontra con le difficoltà di una situazione societaria molto incerta se non addirittura evanescente. Molti giocatori non se la sentono di tuffarsi in quella che appare oggi un’avventura. Dice ancora Filippo Raciti: «Siamo arrivati al bivio definitivo. Occorre dare una scossa alla squadra, alla società, a tutto l’ambiente. Se cambia qualcosa bene, altrimenti non ha più senso andare avanti. Voglio anche dire che i ragazzi sono stati davvero straordinari. Chiediamo scusa ai nostri sostenitori, ai supporters di fede azzurra. E’ fin troppo chiaro che abbiamo dei limiti di tenuta dovuti a un organico che non è per nulla completo. Facciamo del nostro meglio ma certo non possiamo garantire i miracoli. Abbiamo chiesto che qualcosa cambi e so che il ds Santo Palma ha quasi tutto pronto. Ma se non ci sono risposte dalla società, non penso che si possa fare alcunché».

E’ successo domenica:
Ragusa-Paternò: 1-2
Marcatori: 10’pt Zangara, 14’st Guarneri, 47’st Viglianisi

Ragusa: Cilmi, La Vaccara, Russo, Marchese, Criscione, Scribano, Ascia, Caruso, Rimmaudo, Zangara, Manfrè


Rabbia Ragusa. Un colpo di testa di Viglianisi condanna gli azzurri all’ennesima sconfitta arrivata nei minuti finali. Era successo con Rosolini, Avola, Pistunina, S. Agata e Biancavilla. Il Paternò in soggezione nel primo tempo, e controllato nella ripresa ha avuto due colpi di coda pareggiando prima e piazzando il colpo del knock out a pochi secondi dalla fine. Cross dalla destra in area dove Viglianisi è colpevolmente libero di colpire di testa ed è gol. Tempo di mettere la palla al centro ed è finita.

Ragusa bravo a giocare, segnare e tenere il campo ma distratto nelle azioni poi rivelatesi decisive. Si comincia con gli uomini di Raciti che pressano gli ospiti e Zangara su un assist al bacio di Ascia trafigge il portiere. Azzurri che insistono ma non concretizzano. Il Paternò stenta e non arriva in area ragusana. Nel secondo tempo i rossoazzurri prendono campo e Guarnerì dopo quasi un quarto d’ora pareggia su imbambolata difensiva. Cilmi, prima autore di una parta difficile, non può niente. Il Ragusa non si arrende e si affida a Rimmaudo che sfiora il gol, poi è Manfrè con un tiro che sfiora il palo. La partita sembra avviata verso il paari ma arriva la beffa. Ragusa penultimo raggiunto dall’Adrano.

I risultati della 14ma giornata (10 dic. 2017):
S. Pio X-Atl. Catania:8-1
Biancavilla-Scordia:0-0
Caltagirone-Giarre:0-1
Ragusa-Paternò:1-2
Pistunina—Avola:0-0
Real Aci-Adrano:0-0
Camaro-Rosolini:2-1
S. Agata-Città di Messina:0-2

La classifica:
Città di Messina 32
Biancavilla 31
S. Agata 28
Scordia 26
Rosolini 26
Giarre 25
Camaro 24
Paternò 21
S. Pio X 17
Pistunina 14
Atl. Catania 13
Avola 12
Caltagirone 10
Ragusa 8
Adrano 8
Real Aci 7