Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 18 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:57 - Lettori online 809
RAGUSA - 09/11/2017
Sport - Pallamano, A1: i ragusani ancora a quota zero in classifica contro la corazzata pugliese

Pallamano Ragusa, trasferta proibitiva a Conversano

Il sette ibleo dovrà fare a meno di Criscione, Malfitano ed Esposito per infortunio Foto Corrierediragusa.it

Trasferta proibitiva per la Pallamano Ragusa a Conversano. I pugliesi sono infatti tra i sette più titolati ed ambiscono alla vittoria finale al pari di Siracusa e Fasano. Per la squadra ragusana, ancora a quota zero in classifica, sarà impresa ardua uscire indenni dal Palazzetto di Conversano, nonostante i miglioramenti registrati nelle gare con il Valentino Ferrara e il Fondi. Dice, a tal proposito il presidente Giuseppe Girasa (foto): «E’ vero queste gare le abbiamo perse ma si è comunque registrata una inversione di tendenza su cui dobbiamo lavorare per continuare a fare del nostro meglio». Purtroppo, però, dall’infermeria dei ragusani non arrivano buone notizie. Infatti, saranno indisponibili il pivot Paolo Criscione e l’ala Flavio Malfitano per uno strappo al polpaccio.

In dubbio anche la presenza del terzino destro Massimiliano Esposito che, durante uno degli ultimi allenamenti, si è lussato una mano. «Siamo giocoforza costretti – prosegue ancora Girasa – a complicarci ancora la vita visto queste defezioni che indeboliranno la nostra squadra. Non possiamo, però, partire come se fossimo già battuti. Cercheremo di giocare la nostra onesta partita e di fare il meglio che possiamo. Speriamo bene. La squadra è decimata ma dobbiamo cercare di sfruttare nella maniera ideale il netto miglioramento registrato in queste ultime due gare». Quella di sabato sarà la penultima partita dei ragusani di questa fase di andata. Poi, infatti, è in programma il match scontro-salvezza tra il sette di Giuffrida e il Benevento che, al pari degli iblei, è ancora a quota zero punti.