Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 462
RAGUSA - 05/11/2017
Sport - Rugby, serie C. sono cinque le vittorie consecutive per i ragusani

Ragusa Rugby annienta Cas Reggio C. e ipoteca primo posto

Netto il divario tra i due XV, ospiti non hanno messo a segno alcun punto Foto Corrierediragusa.it

Rugby Ragusa-Cas Reggio Calabria: 32-0

Il Rugby Ragusa travolge Reggio Calabria e mette una serie ipoteca sulla vittoria del girone. Sono cinque le vittorie per i ragusani Risultato pesante per i reggini ma la squadra di coach German Greco ha giocato un ottimo rugby. Eppure l’inizio di partita non era stato così travolgente per la squadra bianconerazzurra. Dopo una decina di minuti di predominio sterile, in cui i ragusani si sono stabiliti nella metà campo ospite, l’incontro si fa equilibrato e buona parte della partita si gioca nei 20 metri centrali. L’equilibrio si spezza al 17’ quando Francesco Sorbara intercetta in modo irregolare un pallore ragusano e il signor Carmelo Censabella lo manda dietro la lavagna per 10 minuti. La conseguente punizione è convertita da Peppe Iacono in tre punti e poi, quattro minuti più tardi, una bella azione alla mano che parte dalla metà campo iblea con Cameron Del Moro e che viene conclusa alla bandierina da Marco Marlin porta sull’otto a zero il risultato. Il rientro di Sorbara rimette in equilibrio l’incontro.

All’intervallo accade qualcosa, quanto meno a livello fisico se non anche mentale, perché il Reggio che ritorna in campo è lontano parente di quello visto nei primi quaranta minuti. Già al primo minuto il Ragusa va in meta con Del Moro che buca la difesa dopo una touche sui 10 metri avversari. Peppe Iacono non centra i pali, 13-0. Al 46’ la mischia iblea ruba un ovale nei 22 ospiti, si crea una maul e Michele Campanella va a schiacciare in meta. Iacono questa volta trasforma. 20-0. La terza meta fa toccare con mano la possibilità di centrare, insieme alla vittoria, anche il punto di bonus ma, paradossalmente, qualcosa nei meccanismi dei ragusani si inceppa. La squadra continua a dominare nel gioco ma manca sempre qualcosa perché l’ovale arrivi in area di meta. Così fino al 70’, quando Adriano Scrofani conclude una bella azione dei trequarti che aveva preso il via nei propri ventidue. Peppe Iacono centra i pali, 27-0. C’è ancora tempo per Marco Marlin per chiudere la corsa iniziata a metà campo oltre la linea. Peppe Iacono ancora una volta è impreciso. 32 - 0 e squadre sotto la doccia.