Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 456
RAGUSA - 05/11/2017
Sport - Pallamano, A1: i ragusani restano ancorati a quota zero in classifica

Pallamano Ragusa dura un tempo, Fondi vince

Il sette di Giuffrida si batte bene ma poi deve cedere alla maggiore esperienza dei laziali Foto Corrierediragusa.it

Pallamano Ragusa-Fondi: 21-30 (pt 10-13)

Pallamano Ragusa: Anzaldo, Bellaera, Criscione 3, D’Alberti 8, Esposito 5, Ficili, Firrito, Girasa 1, Licitra, Malfitano 1, Noto 2, Raniolo 1, Scarnato, Schembari. All. Giuffrida


Per la Pallamano Ragusa arriva la sesta sconfitta consecutiva. Fondi dimostra di essere sete quadrato ed esperiente. I laziali hanno gestito al meglio le fasi più delicate del match ed hanno fatto valere alla fine la migliore qualità tecnica. La Pallamano Ragusa si è battuta bene per un tempo con D’Alberti ed Esposito sugli scudi, 13 punti in due, ed ha chiuso con appena 3 punti di svantaggio. Poi ha ceduto sul piano fisico nel secondo tempo quando Fondi ha preso il largo. Ragusa paga ancora pegno ad un campionato di alto livello e deve inchinarsi. Proibitivo anche il prossimo impegno in casa del Conversano, terza forza del torneo. Poi ci sarà Benevento in casa, con i sanniti ancora a quota zero come i ragusani ed autentico scontro salvezza.

«Nonostante tutto –dice il presidente Giuseppe Girasa– per buona parte dell’incontro siamo sempre stati attaccati al Fondi per quanto concerne il risultato. Purtroppo, nelle battute conclusive si è concesso un poco di più e questo ha finito con il condizionare l’andamento della gara. Ciò non toglie, comunque, che il gruppo abbia dato vita a un’ottima prestazione e che quella che abbiamo già intrapreso dal match sul campo di Benevento sia la strada giusta per cercare di concretizzare la salvezza. Abbiamo messo moltissima voglia in campo. E sono certo che, prima o poi, qualcosa si sbloccherà. Non ci volevano tutte queste espulsioni e i rigori contro. Però qualcosa è davvero cambiato nella nostra squadra. E, adesso, il futuro lo guardiamo in maniera senz’altro più positiva».