Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 23 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:23 - Lettori online 632
RAGUSA - 03/11/2017
Sport - Vela: organizzazione del Circolo Velico Kaukana, le gare si concludono domenica

A Marina 200 velisti per titolo Italia Cup classe Laser

Provengono dai migliori circoli velici italiani, ottimo livello tecnico Foto Corrierediragusa.it

Oltre 200 atleti provenienti dai vari circoli d’Italia hanno cominciato a sfidarsi al porto turistico di Marina di Ragusa per l’assegnazione del titolo di campione nazionale 2017, Over 16 M/F della Classe Laser 4.7 e Over 19 (M) della Classe Laser Radial. La gara è valida anche come prima regata di Ranking List 2018.

Dopo la prima gara in testa alla classifica Standard, con un secondo e primo posto, il giovanissimo Massimo Massini del Circolo Nautico di Cervia «Amici della Vela». Nella classe Radial sono risultati a pari punti il livornese Federico Tocchi e Jacopo Scornaienghi del Circolo Velico Lago di Lugano, al terzo posto Guido Gallinaro della Fraglia Vela Riva, campione Europeo Youth 2017. Tra i più giovani, nei Laser 4.7, ai vertici delle due flotte, ci sono, rispettivamente, Margherita Picarazzi del circolo romano Tognazzi Marine Village e Niccolò Nordera del Reale Yacht Club Canottieri Savoia.

Franco Saccà, presidente del Circolo Velico Kaukana di Marina di Ragusa, è soddisfatto «Sta andando tutto secondo i programmi grazie anche al supporto degli sponsor, di tutti i soci coinvolti, che si stanno impegnando in prima persona. Uno speciale ringraziamento va al porto turistico di Marina di Ragusa che ci ospita e dei ragazzi dell’«alternanza scuola-lavoro» che quotidianamente ci danno una mano ai desk di segreteria, così come nelle attività in banchina. Non si tratta solo di un evento sportivo, ma anche di un momento sociale che coinvolge tutta la città, e di questo ne siamo fieri».