Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 655
RAGUSA - 03/11/2017
Sport - Calcio, Eccellenza B: la sconfitta con il Real Aci apre molti interrogativi in casa azzurra

Ragusa in crisi. Società "fantasma" e squadra alla deriva

Il ds Franco Pluchino ha avuto parole pesanti nei confronti della squadra. "Così non si va avanti" Foto Corrierediragusa.it

Ragusa, così non va. Per gli azzurri l’ultimo posto in classifica dopo le prime quattro giornate che avevano innescato fiducia nel gruppo e portato 4 punti è cominciata una fase nera. Dopo nove giornate è ultimo posto ma soprattutto una squadra in piena crisi tecnica e di fiducia. Anche la situazione societaria non incoraggia perché non c’è ancora un presidente ed i componenti della nuova dirigenza restano nell’ombra. Chi ci mette la faccia è il direttore sportivo Franco Pluchino (foto) che si è assunto l’onere del mercato, delle scelte e della rappresentanza della società pubblicamente.

Una situazione poco chiara che non aiuta la squadra ed il tecnico che non sembrano avere interlocutori autorevoli a parte il direttore sportivo. Dal punto di vista tecnico traballa la posizione di filippo Raciti dopo che lo stesso Pluchino ha parlato senza mezzi termini di «vergogna». Insiste il direttore Pluchino: «E’ chiaro che così non possiamo più andare avanti. Anche se, adesso, bisognerà ragionare con calma rispetto agli interventi da adottare per evitare di commettere altri errori». La crisi tecnica, insomma, è dietro l’angolo e riguarderà il gruppo dall’allenatore ai giocatori. Il ragusa rischia così di sprofondare e di disperdere l’entusiasmo nato con il ripescaggio e la partecipazione al campionato di eccellenza. Nei prossimi giorni sono attese le decisioni sul futuro prossimo della squadra perché è chiaro che il Ragusa non può continuare il suo calvario.

E’ successo mercoledì:
Real Aci-Ragusa: 2-1
Marcatori: 5’ st Bisicchia, 28’ Zangara su rigore, 29’st Costa su rigore

Ragusa: Di Martino, La Vaccara (20’st Manfrè), Ruusso, Marchese, Scribano, Priola, Rimmaudo Calabretta (35’st Spina), Scerra, Zangara, Ascia


Il Ragusa affonda. Perde con il Real Aci ed è ultimo in classifica. Una partita giocata male da parte degli azzurri e finita peggio perché gli acesi poco hanno fatto per vincere e meritare il successo ma il Ragusa ci ha messo tanto del suo offrendo una prestazione senza cuore e senza nerbo. Dice senza mezzi termini il direttore sportivo Franco Pluchino: «E’ stata una prestazione vergognosa, non si può perdere così». Al di là della sconfitta è infatti la prestazione della squadra a preoccupare ed a questo punto la società farà bene ad invertire drasticamente la rotta.

E’ stata una partita priva di spunti nel primo tempo. Nessun tiro in porta e nessuna azione pericolosa con portieri inoperosi e gioco latitante. La gara si sblocca al 5’ quando la difesa azzurra non riesce a liberare una palla vagante in area, interviene Bisicchia e mette in rete. Il Ragusa organizza un minimo di reazione e trova il gol su rigore. Scerra viene atterrato e Zangara segna dal dischetto. Non passa un minuto che gli acesi si riportano in vantaggio grazie ad un fallo inutile sulla linea di fondo dell’area di rigore. Daniele Costa è toccato da Calabretta e l´attaccante ospite si «butta». Il rigore è trasformato dallo stesso Costa e per il Ragusa non c’è più niente da fare perché gli azzurri arrancano e non trovano sbocchi.

I risultati della nona giornata (1 novembre 2017):
Adrano-Biancavilla:0-0
Caltagirone—S.Agata:1-3
S. Pio X-Camaro:0-3
Città di Messina-Avola:1-0
Giarre-Pistunina:4-0
Paternò-Scordia: 0-0
Real Aci—Ragusa:2-1
Rosolini-Atl. Catania:2-0

La classifica:
Biancavilla 23
Rosolini 23
S. Agata 20
Città di Messina 19
Scordia 17
Giarre 15
Camaro 15
Pistunina 11
Atl. Catania 10
Paternò 10
Avola 9
S. Pio X 8
Adrano 5
Caltagirone 5
Real Aci 4
Ragusa 4