Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 25 Novembre 2017 - Aggiornato alle 23:34 - Lettori online 460
RAGUSA - 27/10/2017
Sport - Calcio, Eccellenza B: si giocano le gara dell’ottava giornata, inizio alle 14.30

Ragusa a Catania contro Atletico a caccia della prima vittoria

Rimmaudo rientra dopo due giornate di stop, Caruso non gioca perchè squalificato per tre turni Foto Corrierediragusa.it

Il Ragusa cerca a Catania la prima vittoria in campionato. L’avversario è l’Atletico Catania he lo scorso anno fu protagonista insieme agli azzurri di un campionato all’ultimo respiro proprio con il Ragusa. Si gioca sul terreno di Zia Lisa che non è certamente il più adatto alle caratteristiche della squadra di Filippo Raciti. Il Ragusa, tuttavia, non può andare tanto epr il sottile, e chiede il via libera ai rossazzurri. Filippo Raciti, potrà contare sul rientro dell’attaccante Rimmaudo ma dovrà fare a meno del difensore centrale Caruso squalificato per ben tre giornate. Non ci sarà neppure Gennaro il cui fastidioso infortunio continua a dare problemi al giocatore ed i cui tempi di recupero sembrano destinati ad allungarsi. Per il resto, l’allenatore potrà fare affidamento sul resto del gruppo. In più, Raciti, scontata la squalifica, potrà tornare a sedere in panchina e così garantire una direzione più diretta e immediata all’intero gruppo.

«Anche se di fronte abbiamo una squadra che veleggia nelle zone mediane della classifica e che, tra l’altro, cerca sempre di sfruttare nel migliore dei modi il fattore campo, dovremo dimenticare i passi indietro delle ultime giornate e cercare di ripartire con la consapevolezza di dovere centrare il bersaglio. Non è semplice perché è prevalso, nelle ultime giornate, un minimo di scoramento ma è chiaro che, in questi giorni, ho cercato di fare prevalere la voglia di rivalsa. Ieri pomeriggio, nel corso della partitella in famiglia, abbiamo cercato di affinare qualche schema e soprattutto di predisporre nel modo migliore l’approccio mentale al match contro la squadra etnea. Siamo scottati per quanto accaduto nelle ultime settimane e soprattutto per non riuscire a centrare il bersaglio nonostante la mole di gioco prodotta. Speriamo di sbloccarci e di proseguire il nostro campionato nella maniera più tranquilla possibile. Le potenzialità affinché ciò accada ci sono tutte. Dobbiamo solo crederci nella maniera più adeguata possibile».