Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 23 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:23 - Lettori online 436
RAGUSA - 20/10/2017
Sport - Calcio, Promozione: il "Caitina" resta interdetto ai tifosi, si gioca a porte chiuse

Marina Ragusa, trasferta insidiosa contro il Frigintini. Utro cerca punti, Adamo chiede prova di orgoglio

Il tecnico ragusano deve fare a meno dell’infortunato Cavone, quello modicano recupera i due centrali di difesa Foto Corrierediragusa.it

Il derby tra Marina di Ragusa e Frigintini si gioca al «Caitina» ma a porte chiuse. Non ci saranno tifosi sugli spalti e per la capolista questo può essere un ulteriore vantaggio oltre alla forza intrinseca della squadra. Il tecnico Salvatore Utro dovrà fare a meno di Cavone che ha riportato una distorsione al ginocchio e manderà in porta il giovane La Licata. Assenti anche Bellavia e Runza. Dice Salvatore Utro: «Il Frigintini rappresenta per noi uno spartiacque fondamentale per il nostro cammino. Non sarà facile affrontarli in casa loro perché applicano un calcio aggressivo, sportivamente parlando, sin dai primi minuti. Lo hanno dimostrato contro la Erg, l’Eubea e il Santa Croce, mettendo a segno tra campionato e Coppa 14 reti. Gioca per fare risultato è non per rimontare. Insomma la squadra di Frigintini occupa una classifica che non merita. Noi, dal nostro canto, non giocheremo esclusivamente per la nostra classifica. I numeri che oggi ci interessano son ben altri. Innanzitutto i 9 giocatori che hanno realizzato le reti, il 95% dei nostri giocatori è stato impiegato. Numeri che vogliamo mantenere costanti se non migliorarli. Sono certo che comunque sarà una bella partita perché il Frigintini gioca un bel calcio».

Trasferta delicata anche perché il Frigintini vuole rifarsi dalla brutta batosta subita a domenica scorsa ad Enna. La squadra non avrà ancora una volta il sostegno dei propri tifosi e la società si trova ad un bivio perché l’inagibilità del Caitina potrebbe durare a lungo. Alfonso Adamo preferisce pensare allo schieramento da opporre al marina. Il tecnico recupera la coppia centrale di fiesa perché Fidone e Dongola rientrano. Resta ancora appiedato per squalifica Bonomo. « Il Marina è una signora squadra – dice il presidente Colombo- E’ stata costruita per vincere il campionato ma noi vogliamo giocarci le nostre carte e fare bene».