Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 461
RAGUSA - 20/10/2017
Sport - Rugby, serie C: la terza giornata di campionato vede i ragusani a quota 9 in classifica

Ragusa Rugby vuole tris di vittorie contro le Aquile di Enna

Formazione rimaneggiata per coach German Greco che utilizzerà alcuni giovani Foto Corrierediragusa.it

Meglio di così, il campionato del Ragusa Rugby, non poteva iniziare. Prima la vittoria casalinga con il forte Palermo, poi il successo, di misura nel risultato ma netto per quello che si è visto in campo, in casa dell’Amatori Catania 1963. Nove punti in due partite sono un bel bottino per i ragusani.
Dice coach German Greco: «La nostra preparazione precampionato non è stata delle migliori, siamo in ritardo di condizione, pertanto essere riusciti a vincere le due partite finora giocate, tra l’altro la prima con una delle candidate alla vittoria finale, ci fa ben sperare per il proseguo del campionato».

Domenica arrivano le Aquile di Enna, una squadra che in questa stagione non ha ancora vinto e che ha il secondo peggior attacco e la seconda peggior difesa. Sulla carta, ma solo sulla carta, una partita facile. Greco smorza subito i facili entusiasmi: «Le partite si vincono sul campo e ogni partita fa testo a sé. Enna sembra una squadra abbordabile ma non facciamoci illusioni; anche domenica scorsa si poteva vincere agevolmente e invece abbiamo subito 21 punti in 8 minuti. Con i catanesi siamo riusciti a ribaltare il risultato, ma l’impresa non è sempre possibile. Quindi occorrerà tanta concentrazione e poche illusioni".

Tanti bianconerazzurri sono usciti malconci dall’incontro con gli etnei e non tutti ce la faranno a recuperare per la prossima partita; così coach Greco per domenica sarà costretto a fare a meno di alcuni elementi importanti del XV titolare, assenti per infortunio, oltre che di chi, per motivi di lavoro, non potrà essere della partita. Dice ancora coach Greco: "Come al solito si farà con quello che si avrà. La nostra rosa purtroppo non è lunghissima ma per fortuna è formata da elementi validi e quindi i sostituti non faranno rimpiangere gli assenti. Domenica l’Under18 osserverà un turno di riposo e così potrò contare anche sui ragazzi di coach Lamia, anche se non credo che ne utilizzerò tanti».