Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 22 Novembre 2017 - Aggiornato alle 23:08 - Lettori online 474
RAGUSA - 17/10/2017
Sport - Rgby, serie C: seconda vittoria consecutiva per il XV di coach German Greco

Ragusa Rugby supera esame Amatori e resta secondo

Partita equilibrata, risolta solo nel finale con i due Iacono in gran spolvero Foto Corrierediragusa.it

Amatori Catania-Ragusa Rugby: 28-31

Ragusa Rugby espugna il campo dell’Amatori Catania 1963 (foto) e si porta in solitario al secondo posto della classifica. Partita equilibrata anche se i ragusani per quasi 20’ dominano l’incontro, andando subito in vantaggio, ma poi un micidiale uno-due-tre dei catanesi fa vacillare le certezze iblee, dando al contempo ai padroni di casa l’illusione di poter fare un solo boccone degli avversari.

La squadra di coach Greco al 7’ si porta in vantaggio con una bella invenzione di Peppe Iacono che, all’interno dei 22 etnei, calcia a seguire per se stesso, e schiaccia in meta quando il pallone ha oltrepassato la fatidica linea. Lo stesso giocatore trasforma. 7 -0 e partita che sembra tranquillamente in mano degli iblei. Arrivano tre zampate catanesi che tramortiscono i giocatori ragusani. Al 18’ la meta di Emiliano Puglisi, al 21’ quella di Yuri Minnì e al 25’ quella di Rigil Rountree, tutte trasformate da Valentino Colajanni, che portano il risultato sul 21-7, mettendo in crisi la squadra iblea. A tempo quasi scaduto Peppe Iacono supera la difesa avversaria e poi dà un pallone d’oro ad Alessandro Cappa che deve solo essere depositato in meta. Con la trasformazione dell’apertura ragusana fa 21-14.

Nella ripresa in campo scende un altro Ragusa. Il tempo di ripartire che Stefano Iacono, subentrato a un evanescente Demba Mane intorno al 20’, sta già festeggiando la propria meta. Il fratello Peppe centra i pali. 21-21 e per i catanesi tutto da rifare. Passano 7’ e il Ragusa passa in vantaggio. Punizione veloce battuta da Peppe Iacono nei 5 metri etnei e Salvatore Buffa è lesto a tuffarsi in meta all’altezza della bandierina. Questa volta il piede del cecchino ibleo è impreciso, 21-26. Al 75’ un repentino capovolgimento di fronte porta Mallia a bagnare il suo debutto con una meta. Peppe Iacono non sbaglia. 21-31. La partita a questo punto sembra chiusa ma l’Amatori tenta il tutto per tutto per segnare la meta che darebbe loro il punto di bonus difensivo e quello per le mete segnate. Ci riescono solo all’80’ quando il signor Paolo Schilirò assegna una meta di punizione per un placcaggio alto ai danni di un giocatore catanese. E’ 28-31 e tutti sotto la doccia.