Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 23 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:23 - Lettori online 614
RAGUSA - 09/10/2017
Sport - Basket, serie C: il Cocuzza si è imposto di misura nella fase finale della gara

Nova Virtus, esordio con sconfitta a S. Filippo del Mela

L’uscita forzata di Licitra ha condizionato il gioco dei biancazzurri nel momento decisivo Foto Corrierediragusa.it

Cocuzza S. Filippo–Nova Virtus Ragusa: 74-70 (10-17; 31- 30; 50-45)

Cocuzza S. Filippo: Varotta 16, Cassisi 2, Albo 7, Costantino 16, Knyza 19, Polekasskas 6, Bellomo, Cocuzza 4, Spanò 4. Allenatore: Vecchi

Nova Virtus Ragusa: Canzonieri 13, Idrissou 5, Mammana 15, Sorrentino 8, Vacirca 3, Carnazza 12, Ferlito 2, Simon 2, Di Natale 4, Girgenti 6, Comitini n.e. Allenatore: Di Gregorio


La Nova Virtus cede solo nel finale sul parquet di S. Filippo del Mela. E’ stato un match equilibrato come testimoniano i parziali. I ragusani hanno pagato a caro prezzo i cali di concentrazione in alcune fasi della gara consentendo ai padroni di casa di farsi sotto. E’ stato così anche nell’ultimo, decisivo, quarto quando la squadra di coach di Gregorio era avanti. L’uscita di Licitra ha scompaginato gioco e testa del quintetto ragusano che ha lasciato spazio ai padroni di casa.

Dice coach di Gregorio: «Abbiamo pagato la poca costanza, in alcune situazioni dovevamo essere più incisivi e dare continuità alla gara. Dobbiamo lavorare ancora molto, specie sulla continuità e le rotazioni. Ma la strada è quella giusta». Il primo quarto è stato condotto dalla Nova Virtus con Mammana e il neo arrivato Carnazza in grande spolvero. Sette i punti di vantaggio che si riducono man mano nel secondo quarto con i filippesi che vanno al riposo con un punto di vantaggio grazie al tiro da 3 di Knyza. Filippesi che non mollano ed allungano nel terzo quarto a +5. L’ultima frazione è combattuta ma i tirrenici riescono a far propria la partita.