Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 16 Agosto 2017 - Aggiornato alle 15:14 - Lettori online 750
RAGUSA - 05/05/2017
Sport - Calcio, Promozione: la conferma arrivata dal Comitato regionale Sicilia

Ufficiale, la finale play off tra Città di Ragusa e Paternò si gioca al "Biazzo" domenica 14

La squadra si allena con la massima concentrazione per preparare la gara Foto Corrierediragusa.it

Il Comitato regionale Sicilia ha deciso. La finale dei play off tra Città di Ragusa e Paternò si giocherà domenica 14 alle 16.30 al «Biazzo» di via Archimede. Gli azzurri in quanto piazzatisi al secondo posto avranno a disposizione due risultati per passare al turno successivo. Nonostante la parità di punti in classifica la squadra iblea precede il Paternò perché ha vinto entrambi gli incontri di campionato e potrà anche pareggiare per passare il turno. Il presidente Giovanni vitale ha insistito con il comitato regionale per giocare sul sintetico del «Biazzo» piuttosto che all’Aldo Campo nonostante la tribuna a disposizione risulterà certamente insufficiente per l’evento sportivo. Sono infatti attesi molti tifosi paternesi al «Biazzo» e bisognerà pensare a creare un settore dedicato a loro per evitare incidenti come quelli verificatisi in occasione della prima gara interna con l’Atletico Catania.

Il tecnico Calogero La Vaccara è concentrato al massimo sulla finale e tiene sotto pressione i suoi: «Inutile dire che, anche se ci saranno due risultati su tre a disposizione – afferma il tecnico, Calogero La Vaccara –l’altra gara in campo neutro, con la vincente del girone C, così da potere accedere nel campionato di Eccellenza. Siamo molto motivati e sto facendo il possibile per cercare di evitare che l’attenzione possa calare. E’ molto importante che possa essere mantenuta la consueta tensione agonistica. Ci stiamo giocando un campionato. Il Paternò, lo sappiamo, è una squadra molto temibile. Dovremo fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per dominare il match sin dalle prima battute. Auspico che anche i tifosi ci dimostrino la propria vicinanza così come ha saputo fare nel corso di questa straordinaria stagione».