Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 20 Agosto 2017 - Aggiornato alle 15:47 - Lettori online 1271
RAGUSA - 25/04/2017
Sport - Calcio, Promozione: domenica si gioca l’ultima giornata, azzurri appaiati con il Paternò

Città di Ragusa tutto proiettato ai play off. Squadra in salute

La sonante vittoria contro il Marina ha dato conferme al tecnico La Vaccara Foto Corrierediragusa.it

Città di Ragusa in salute e pronto per i play off. L’accesso all’Eccellenza per gli azzurri dovrà passare necessariamente da questa appendice di campionato visto che l’Atletico Catania ha vinto ancora e domenica giocherà il derby con un Città di Catania demotivato e male in arnese. Meglio pensare dunque ai play off anche se il tecnico Calogero La Vaccara trae buoni auspici dalla vittoria nel derby con il Marina:» Abbiamo dimostrato di essere in salute. Dobbiamo prepararci al meglio in vista degli spareggi per la promozione che si terranno nella fase finale della stagione. Partite rispetto alle quali dovremo essere assolutamente in grado di dettare la nostra legge».

Le buone notizie vengono anche dal recupero di tutti gli infortunati ed acciaccati a cominciare da Vindigni e da Valentino Conti, che sarà disponibile. Anche il portiere Taranto ha ripreso il suo posto e la squadra è concentrata. Domenica è in programma l’ultima giornata e il Città di Ragusa gioca al «Palatucci» contro la Rinascita netina che, grazie anche al successo esterno sul Vittoria, è sicura di disputare i play out in una posizione di vantaggio rispetto al Mascalucia. Dice i Ds Massimiliano Vitale: «Dobbiamo pensare a lottare in vista delle sfide che possono segnare in positivo la nostra stagione. Certo, c’è ancora l’ultima gara del torneo da sostenere sul campo della Rinascita netina che cercheremo di onorare al meglio. Intanto vogliamo arrivare in salute agli incontri che, a questo punto, saranno quelli più importanti della stagione, in quanto valgono un intero campionato. Bisognerà compiere un’impresa nell’impresa. Come sempre ci impegneremo a dare il massimo in qualsiasi circostanza».

E’ successo domenica:
Città di Ragusa-Marina di Ragusa: 5-1
Marcatori: 23’pt D. Arena, 25’ pt Incardona, 45’ pt Ascia su rigore, 11’st N. Arena su rigore, 29’ st D. Arena, 31’ st N. Arena

Città di Ragusa: Taranto, Scribano, Scalone, Incardona, Vindigni, Buscema, D. Arena, Pellegrino, N. Arena (33’st Vicari), Bonarrigo (33’st Vitale), Manfrè

Marina di Ragusa: Cavone, Eduardo, Tuvè, Benvenuto, Tumino, Puglisi, Bufalino, Militello, Ascia ((33’st Giordanella), Oriana, Verdicchio (14’st Rama)
Arbitro: Toro di Catania


Il Città di Ragusa mette sotto il Marina. Una cinquina pesante per gli uomini di Gianni Gurrieri che hanno ceduto di schianto nel secondo tempo accusando evidenti limiti atletici. Al «Biazzo» c’è stata partita solo nel primo tempo quando le due squadre si sono affrontate a viso aperto e il Marina ha cercato di controbattere il predominio territoriale degli azzurri. La difesa ospite è stata messa sempre in affanno dalla velocità dei due fratelli Arena sempre entrati nelle più importanti azioni da gol ed autori in comproprietà di 4 gol su 5. E’ stato un derby senza accenni di nervosismi o aggressività ed anche sulle tribune gli animi si sono mantenuti tranquilli. Più una partita da fine stagione, soprattutto nella fase finale, che una stracittadina. Il Marina non ha più nulla da chiedere al campionato ed ha mollato da tempo, il Città di ragusa deve pensare a giocare al meglio i play off.

Si parte con gli azzurri in cattedra con Bonarrigo e Pellegrino che comandano le azioni a centrocampo. Nel giro di 3’ si sblocca la partita. Al 23’ punizione per fallo su FDaniele Arena. Batte lo stesso giocatore con un tiro tagliato verso l’area, interviene Ascia di testa e mette alle spalle del proprio portiere Cavone. Subito dopo un tiro secco di Nicola Arena a portiere battuto esce di poco fuori. Al 25’ Daniele Arena scappa sulla destra e mette al centra entra di piatto Incardona e porta a 2 i gol degli azzurri. Reagisce il Marina con Bufalino che manca una buona occasione al 35’, al 45’ parata di Taranto su iniziativa di Ascia. Allo scadere del tempo Bufalino entra in area e viene atterrato. Il rigore è messo a segno da Ascia. Nella ripresa il Città riprende le operazioni in mano. All’11’ mani di Tuvè in area punito dall’arbitro. Trasformazione impeccabile di Nicola Arena e partita praticamente finita. Al 29’ un rimpallo a centrocampo favorisce la fuga di Daniele Arena che entra in area, mette a sedere Cavone emette in rete. Al 31 eurogol di Nicola Arena con un tiro sesso dalla sinistra che finisce nell’angolo lontano. Poi è pura accademia perché gli ospiti non hanno fiato e gli azzurri sono appagati.

I risultati della 14ma giornata di ritorno (23 aprile 2017):
Atl. Catania- Aquile Calatine:2-0
Vittoria-Rinascita Netina:1-3
Belvedere-S. Croce:0-2
Mascalucia-Città di catania:5-0
Città di Ragusa-Marina di Ragusa:5-1
Sp. Eubea-Megara:0-0
Trecastagni-Dagata:3-0

La classifica:
Atl. Catania 70
Città di Ragusa 68
Paternò 68
S. Croce 57
Aquile Calatine 48
Sp. Eubea 45
Trecastagni 44
Belvedere 40
Marina di Ragusa 36
Vittoria 36
Megara 35
Dagata 29
Città di Catania 24
Rinascita netina 19
Mascalucia 15

*Adrano retrocesso