Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 20 Agosto 2017 - Aggiornato alle 20:45 - Lettori online 364
RAGUSA - 14/04/2017
Sport - Il neo delegato ibleo ha già incontrato i rappresentanti delle varie federazioni

Coni Ragusa, il nuovo corso di Gianstefano Passalacqua

Il presidente regionale Seergio Dantoni ha dato una sterzata a tutte le le delegazioni siciliane Foto Corrierediragusa.it

Rinnovamento al Coni siciliano. Sette su nove delegati provinciali sono «esordienti» nel ruolo e tra questi ci sono anche due donne. Si tratta del delegato di Trapani, Elena Avallone, e di ed Antonella Attanasio ad Agrigento. Una volta voluta dal presidente regionale Sergio D’Antoni che ha recepito le direttive di Giovanni Malagò, predente nazionale del Coni. Anche a Ragusa, dopo un trentennio di presidenza di Sasà Cintolo, un nuovo delegato nella figura di Gianstefano Passalacqua (foto). Imprenditore lungimirante, sportivo, presidente della Passalacqua che milita in A1 il nuovo delegato si è subito calato nel nuovo ruolo ed intende portare freschezza e novità soprattutto nel rapporto con le società sportive.

Dice il neo delegato: «C’è da lavorare tanto, tantissimo e siamo pronti a farlo. La nostra provincia è riconosciuta come una delle province più laboriose e più sane, e conto molto in quello che siamo noi ragusani per fare quadrato e per portare avanti discorsi attivi, seri e trasparenti. Lo faremo tirando fuori quello che è il buon senso e le idee. La scuola dello Sport? C’è e si deve utilizzare; peraltro prima di insediarmi ho avuto interlocuzioni ben precise con chi mi ha dato l’incarico su quelle che saranno le prime iniziative che porteremo avanti, e su questo mi riservo di riparlare in seguito. In questo momento c’è da rimettere in sesto soprattutto la struttura: questa è la vera priorità. Ho assunto questo incarico. Soprattutto per i giovani che praticano lo sport. Peraltro agli impiegati ho già chiesto di avere quello che è uno spaccato preciso dello sport ragusano, proprio a partire dal mondo giovanile».

Proprio in questi giorni Passalacqua ha cominciato ad incontrare i rappresentati delle varie federazioni per avere un quadro quanto mai realistico della realtà sportiva iblea. «Conosco il mondo del basket ma curerò tutti i settori e cerco l’aiuto delle varie federazioni. Guardo al futuro ma non disconosco il merito ed il lavoro di chi mi ha preceduto», ha precisato Gianstefano Passalacqua in conferenza stampa riguardo alla vicenda che vede il precedente delegato al centro di una inchiesta giudiziaria. Sulla compatibilità della carica Coni con quella della presidenza della società di Basket Gianstefano Passalacqua èè stato chiaro: «Non c’è alcuna incompatibilità tra le due cariche. Valuterò alla luce degli impegni che la mia nuova carica comporta. Nei prossimi mesi potrò essere assumerò le mie decisioni. Di sicuro concluderò la stagione della Passalacqua da presidente».