Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 22 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 16:20 - Lettori online 953
RAGUSA - 08/04/2017
Sport - Basket, A1: le biancoverdi vincono anche gara 2, al PalaMinardi pubblico in visibilio

Passalacqua batte S. Martino. Ora semifinale contro Schio

Partita combattuta, fallosa e spezzettata. Padroni di casa senza Larkins, Ndour esce a 8’ dalla fine Foto Corrierediragusa.it

Passalacqua Ragusa-Fila S. Martino di Lupari: 61-55 (14-19, 22-25, 39-41)

Passalacqua Ragusa: Nicholls 5, Consolini 8, Spreafico 2, Vanloo 8, Ndour 17; Gorini 8, Valerio 7, Formica 6. All. Recupido

Fila San Martino di Lupari: Filippi 3, Fassina, Tonello 3, Bailey 15, Keys, Ivezic 11, Sulciute 15, Gianolla 8, Fabbri. All.: Abignente


La Passalacqua mette la freccia negli ultimi 5’ e si regala la semifinale con Schio. Contro S. Martino di Lupari è stata una partita molto combattuta, fallosa e spezzettata ma le biancoverdi hanno avuto il merito di non disunirsi, di reagire e di piazzare un paio di colpi decisivi al momento giusto. La tripla di Julie Vanloo a 30» dal termine ha chiuso praticamente la gara mentre le venete stavano producendo il massimo sforzo per recuperare il -5. L’ultimo quarto è stato difficilissimo per le aquile perché Astou Ndour è uscita per una brutta caduta e non è più rientrata in campo. Senza la lunga e la maggiore realizzatrice della serata coach Recupido ha tenuto in campo Valerio che a 3’ dalla fine con freddezza ha realizzato un tiro da 3 lanciando le compagne verso la vittoria.

Non era una partita facile per la Passalacqua priva di Erlana Larkins ritornata per qualche giorno in America per motivi familiari. E’ mancato peso sotto canestro e nei primi due quarti in particolare le biancoverdi hanno girato troppo al largo non mettendo nessuno in condizione di liberarsi al tiro se non da lontano. S. Martino ha pressato molto, è stato molto aggressivo e sotto rete ha fatto valere la stazza di Sulciute e la velocità di Bailey. Passalacqua in affanno e si va al riposo lungo in svantaggio, seppur minimo. Terzo quarto molto combattuto e veloce. E’ parità a 4’ dalla fine ma poi S. Martino riprende il largo e tocca il +5 a 40» dalla sirena. L’ultimo quarto comincia bene con il canestro di Ndour che poi deve uscire. E’ un crescendo delle padroni di casa sospinte dal pubblico e con S. Martino in affanno e col fiato corto. Vincono le biancoverdi ed ora c’è la sfida con Schio.