Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 18 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 740
RAGUSA - 23/03/2017
Sport - Basket, serie C: i virtussini prevalgono grazie ad una difesa ermetica

Nova Virtus vince, ora gara 3 semifinali play off con Aretusa

Capitan Sorrentino e compagni salutati dagli applausi del PalaPadua Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa- Aretusa Siracusa: 67-56 (15-15; 29-26; 55-43)

Nova Virtus: Antoci 10, Gebbia Lorenzo 2, Ferrera 5, Idrissou n.e., Spatuzza n.e., Dinatale, Licitra 8, Comitini n.e., Ferlito, Mammana 10, Canzonieri 18, Sorrentino 13. All. Di Gregorio

Aretusa Siracusa: Gallitto, Bonaiuto 4, Bellofiore 7, Carbone 2, Cusumano, Alescio 25, Carbone, Kyle, Caia, Agosta 18


La Nova Virtus si guadagna casa 3 battendo al PalaPadua l’Aretusa (foto). Una bella vittoria salutata con tanti applausi ed entusiasmo dai sostenitori virtussini. Virtus superconcentrata in difesa, la difesa è ermetica costringendo gli avversari a conclusioni personali che nel primo quarto permettono agli aretusei di mantenere un punteggio perfettamente equilibrato, seppur con non poche difficoltà.

Intesa nel quintetto ragusano e giocate spettacolari. L’Aretusa subisce il gioco avversario, si affida completamente al suo capitano, Agosta, l’unico a rischiare dalla lunetta, e di conseguenza, l’unico ad essere realmente incisivo sul tabellone. Piccoli movimenti siracusani mettono in apprensione il gioco ragusano ma Canzonieri sulla sirena, scaccia via la paura di un aggancio. Risulta decisivo il terzo quarto, difatti, Bellofiore sorpassa e la sua squadra sembra risvegliarsi ma è solo frutto di una «falsa partenza» siracusana, poiché Ragusa ingrana un ritmo più veloce, scattante, la palla è solo virtussina, Licitra e Sorrentino sono inarrestabili, fanno tutto da soli, rubano palla e vanno a canestro con freddezza.

Aretusa non può far altro che stare a guardare, inerme, uno scorrere di canestri made in Ragusa, seppur degna di nota, risulta inutile la grande prestazione di Alescio, che ne racimola 26, riuscendo a trovare un varco tra le mura difensive ragusane. Canzonieri a rimbalzo le prende tutte, Sorrentino spaziale e la Virtus confina Aretusa a -12. Negli ultimi minuti Alescio e Bellofiore provano a spingere la squadra, destando qualche preoccupazione, subito evaporata con i canestri di Ferrera e del solito Canzonieri.

Una vittoria conquistata e voluta fin dal primo secondo, come sottolineano le parole di Alessandro Sorrentino a fine match: «Ci abbiamo creduto dall’inizio, adesso ci godiamo la vittoria, poi subito testa a domenica». Il capitano virtussino spende anche due parole per un Palapadua gremito: «Voglio ringraziare il pubblico che è stato davvero grandioso» , il «sesto giocatore» ha spinto la squadra di coach Di Gregorio, caricandola d’energia. Pochi giorni a disposizione per il big match in casa siracusana, che la Virtus affronterà con ritrovata fiducia e determinazione: «Se lavoriamo come abbiamo fatto in questi due giorni, ce la facciamo», conclude il numero 20 del Ragusa.