Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 23 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 20:20 - Lettori online 747
RAGUSA - 10/03/2017
Sport - Calcio, Promozione: modifica al programma, si gioca a S. Pietro Clarenza alle 11.30

Ira Città di Ragusa per anticipo mattutino gara con Città Catania

Duro comunicato della società che teme manovre poco chiare in questa fase delicata del campionato Foto Corrierediragusa.it

Una decisione inspiegabile che ha lasciato la società senza parole. il secco comunicato del Comitato regionale Sicilia che ha anticipato la gara contro il Città di catania a domenica alle 11.30 alla stregua di una partita del campionato juniores e su un terreno di gioco inadeguato come quello di S. Pietro Clarenza ha suscitato l´ira del presidente Vitale e dei suoi collaboratori. La squadra sarà regolarmente in campo ma la tensione è alta perchè il Città di Ragusa teme tranelli ai suoi danni in una fase delicata del campionato.

Scrive il presidente in un comunicato ufficiale: "Ci riserviamo di interpellare i livelli superiori della Lega, perché giudichiamo tutto questo inaccettabile. Avevamo accettato che un incontro di Promozione fosse stato anticipato alla mattina come una partita delle giovanili, e per giunta hanno cambiato a nostra insaputa pure il campo dove avremmo dovuto giocare. Questa cosa strana ed insolita fa il paio con quanto accaduto con l´Atletico Catania dove l’arbitro Puglisi della sezione di Siracusa ha fatto un passo indietro ammettendo il proprio errore tecnico: ecco il succedersi di fatti così insoliti quanto eclatanti che hanno avuto come vittima la nostra società. Noi vogliamo vincere il campionato, che questo si sappia e siamo disposti a fare tutto per raggiungere il nostro obiettivo».



Sei giornate alla fine più il recupero di mercoledì 22 per il Città di Ragusa. Gli azzurri si tuffano nel campionato dopo avere abbandonato la Coppa Italia per via della doppia sconfitta contro il Canicattì. La squadra di La Vaccara non ha un calendario facile non fosse altro per i tre derby di fila che deve giocare con S. Croce, Vittoria e Marina di Ragusa oltre alla sfida con Atletico Catania. Un finale insidioso che la società si appresta ad affrontare con la massima concentrazione. Si comincia da Adrano dove gli azzurri affrontano il Città di Catania. Sulla carta pronostico chiuso per gli etnei ma prendere i 3 punti non sarà facile. Al Città di Ragusa mancheranno

Daniele Arena, squalificato, e Ciccio Vindigni che, si è infortunato nel ritorno di Coppa contro il Canicattì. Buone notizie, invece, per quanto riguarda l’impiego di Conti e Zocco che, dopo un lungo infortunio, sono stati già utilizzati per cui La Vaccara potrà contare su un paio di frecce in più al proprio arco. Tra gli assenti gli infortunati Baglieri e Brullo oltre al portiere Gianni Taranto che non è stato ancora recuperato al cento per cento. Rientreranno dalla squalifica Nicola Arena e Andrea Buscema che potranno essere utilizzati dall’allenatore. «La classifica? Non la guardiamo – dice La Vaccara – per noi il Città di Catania ha la stessa pericolosità e la stessa dignità del Paternò o dell’Atletico Catania. Quindi andremo sul campo di Adrano sapendo che dovremo stare molto attenti e che non dovremo concedere spazi di nessun tipo agli avversari altrimenti saranno dolori. Dobbiamo concentrarci al cento per cento sulla sfida di domenica. Mi aspetto una importante risposta da parte dei miei ragazzi dopo la sconfitta di Coppa. Dobbiamo cercare di confermare quanto di buono abbiamo fatto finora in campionato. Sarebbe davvero un peccato sprecare il gran lavoro svolto fino a qui».