Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:16 - Lettori online 801
RAGUSA - 01/03/2017
Sport - Calcio, Promozione: sonora sconfitta nell’andata dei quarti al "Bordonaro

Città di Ragusa parte bene e poi affonda a Canicattì

Dopo il vantaggio azzurro ben 3 gol nel giro di 12’ minuti nel primo tempo Foto Corrierediragusa.it

Canicattì-Città di Ragusa: 4-1
Marcatori: 30’ pt Scribano, 35’ pt Falsone, 40’ pt,Martino, 43’ pt Pirrotta, 45’st Tarantino

Città di Ragusa: Alabiso, Andolina, Suizzo, Ambrogio, Scribano, Buscema, Incardona, Pellegrino (10’st Tumino), Vitale (10’st Manfrè), Bonarrigo, Arena N.


Una quaterna sul groppone per il Città di ragusa. Il Canicattì non perdona le amnesie degli azzurri che nel giro di 10’ perdono la testa e consentono ai biancorossi di pareggiare e andare in vantaggio. La squadra di La Vaccara si è presentata al «Bordonaro» in formazione largamente rimaneggiata pur se il tecnico ha recuperato in extremis il capitano Pellegrino. Gli azzurri sono partiti benissimo ed hanno comandato il gioco. Al 10’ un palo di Bonarrigo, poi un miracolo del portiere ospite che salva la porta, poi una traversa e Ragusa al comando delle operazioni. La rete di Scribano con un bel tiro dal limite rende giustizia alla prova della squadra.

Poi black out fino alla fine del tempo perché il Canicattì va in gol su due indecisioni del giovane portiere Alabiso. Prima il cannoniere Falsone e poi Martino ribaltano la gara e non finisce lì perché Pirrotta trova il gol del 3-1 prima di andare al riposo. La Vaccara cerca di cambiare qualcosa nel secondo tempo ma il Città di ragusa non c’è. Il Canicattì non concede spazi e proprio all’ultimo minuto trova il gol del 4-1 con Tarantino. Un passivo molto pesante che pregiudica la questione qualificazione e sancisce il momento no della squadra che ha infilato la seconda sconfitta consecutiva in tre giorni. Il ritorno si gioca mercoledì prossima al «Biazzo».