Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 16 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 0:57 - Lettori online 498
RAGUSA - 18/02/2017
Sport - Basket, A1: le biancoverdi si rituffano nel campionato dopo l’uscita dall’Eurocup

Passalacqua non si ferma. Va ad Umbertide per vincere

Coach Lambruschi deve lasciare in tribuna una delle 4 straniere a disposizione Foto Corrierediragusa.it

Passalacqua ad Umbertide per vincere. Reduce dalla bella prova di Istanbul le biancoverdi si rituffano nel campionato dopo avere dato l’addio all’Eurocup. Le umbre sono a quota 14 in classifica ed hanno vinto appena 7 partite in questa stagione per cui non dovrebbero essere un ostacolo insormontabili per le ragusane. Coach Gianni Lambruschi, tuttavia, deve fare i conti con la stanchezza accumulata dalla squadra per via della ara disputata giovedì sera e del viaggio. Il tecnico dovrà fare a meno ancora di Laura Spreafico ma utilizzerà Beba Bagnara mentre dovrà escludere una delle quattro straniere in organico per via del regolamento. E’ probabile che sia Laura Nicholls ad andare in tribuna. La partita con Umbertide precederà uno degli appuntamenti più importanti della stagione per la Passalacqua perché la prossima settimana è tempo di Coppa Italia. La Final four si giocherà a Venezia e la Passalacqua dovrà affrontare in semifinale Lucca. Un avversario quanto mai ostico visto che si tratta della capolista che ha perso appena due partite in campionato ed ha battuto sia all’andata sia al ritorno le ragusane. Lambruschi, tuttavia, non vuole pensare ancora all’impegno di Coppa ed ha chiesto alla squadra la massima concentrazione su Umbertide.

Il tecnico è ritornato in sede di commento sulla prova contro il Galatasaray e l’eliminazione da Eurocup: «Peccato per la gara di andata perché tutto si è deciso allora nei minuti finali. A Istanbul, infatti, la partita sarebbe stata, come dimostrato, meno complicata delle aspettative. Siamo andati sempre a corrente alternata, ma sicuramente con maggiore continuità rispetto alla gara di andata, sul campo della seconda in classifica del campionato turco, che com’è noto è un campionato molto competitivo. Ora si deve confermare in campionato e in Coppa Italia quanto di buono fatto in Europa».

E’ successo giovedì:

Galatasaray-Passalacqua Ragusa: 68-66 (14-15, 34-34, 50-50)

Passalacqua Ragusa: Larkins 19, Nicholls 14, Gorini 5, Vanloo, Ndour 17; Consolini 5, Valerio, Formica 6, Bagnara


La Passalacqua esce dall’Eurocup a testa alta. Le biancoverdi dovevano recuperare un pesante -10 ma non si sono fatte condizionare perché si sono battute al meglio fino alla fine. Anzi le ragusane hanno «rischiato» di infliggere la prima sconfitta al Galatasaray e si sono viste sfuggire questa soddisfazione solo negli ultimi minuti. Sarebbe stata il premio per una prestazione tutto cuore ed orgoglio che ha messo in difficoltà le turche sin dall’avvio. La Passalacqua è partita con le quattro straniere e Gorini in campo. Nicholls e Larkins si fanno subito sentire e portano in vantaggio le biancoverdi al primo quarto. La Passalacqua manda un segnale preciso alla Abdi Ipekci Sport Salonu e le turche arrancano in qualche frangente nonostante una Jefferson che si muove in lungo e largo. Sul parquet si lotta punto a punto, la partita si fa molto fisica soprattutto sotto le plance e sono Ndour, Nicholls e Larkins a fare la differenza.Spicca su tutte Erlana Larkins: la pivot americana sforna una prestazione di altissimo livello con 19 punti, 18 rimbalzi e 5 assist per un totale di 33 alla voce valutazione. L’unico neo della Passalacqua è quello di sbagliare troppo a canestro anche nei tiri liberi e soprattutto mancano le "bombe" da tre di Vanloo. La Passalacqua gioca con il coltello tra i denti il terzo tempino e chiude a +5.

Le biancoverdi cominciano a crederci e cominciano molto cariche nell’ultimo quarto. Le turche si organizzano, conquistano palle con una difesa molto aggressiva e ripartono. La Passalacqua comincia ad accusare una certa stanchezza per lo sforzo prodotto e manca in un paio di occasioni il canestro del sorpasso che potrebbe dare una vittoria di misura ma pur sempre di prestigio. Il Galatasaray non si ferma, Larkins e Gorini mancano il tiro mentre Jefferson e Traore non perdonano. Si chiude con una vittoria striminzita per le padroni di casa ma la Passalacqua può dirsi orgogliosa di quanto ha fatto.