Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 13 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 23:19 - Lettori online 552
RAGUSA - 10/02/2017
Sport - Basket, A1: l’andata di Eurocup ha fatto male alle biancoverdi

Dimenticare il Galatasaray, Passalacqua alla ricerca di se stessa in campionato. Serve solo vincere

Le turche hanno vinto con una differenza di 10 canestri. Domenica le ragusane a Torino Foto Corrierediragusa.it

Dieci canestri di differenza. Sono tanti, forse troppi per la Passalacqua che giovedì prossimo affronta il Galatasaray nella sua tana di Istanbul. Conquistare il passaggio del turno è perlomeno problematico. Dice coach Lambruschi: «Andiamo per giocare, togliamoci dalla mente la differenza canestri e poi vediamo cosa succede. In ogni caso si tratta di un confronto di altissimo livello che potrebbe servirci sicuramente per il campionato italiano».

Le note positive del match contro le turche è il buono stato forma di Laura Nicholls (foto), rientrata dopo due turni di stop in campionato e la velocità del gioco per alcuni frangenti della gara anche se la Passalacqua non è riuscita a tenere alto il ritmo. Il dovere giocare solo con sette elementi ha condizionato ma anche la qualità delle avversarie ha contato. Altra nota negativa, e non riguarda solo la partita di coppa, l’alta incidenza di errori al tiro. Una «tassa» che le biancoverdi pagano in modo salato e che impedisce loro di spiccare il salto nei momenti decisivi. Ora l’attenzione della Passalacqua è tutta rivolta a campionato e Final four perché la stagione abbia un senso e non vada perduta. La pratica Eurocup è praticamente chiusa e già domenica a Torino biosngerà tornare a vincere per non perdere ulteriori contatti con il gruppo di testa. Il sesto posto in classifica è risultato modesto e non depone bene per il finale di stagione. Altro discorso per la Final four di fine mese. Qui ci sarà innanzitutto Lucca da affrontare per la terza volta in questa stagione. Per arrivare in finale servirà la vittoria dopo le due sconfitte subite in campionato.

E’ successo giovedì:
Passalacqua - Galatasaray: 67-77 (13-25, 37-40, 53-57)

Passalacqua: Larkins 2, Nicholls 8, Vanloo 16, Ndour 15, Gorini 15; Consolini 11, Formica

Galatasaray: Traore 14, Papova 13, Vitola 14, Jefferson 16, Alben 6: Paris, Demirock 4, Colakoglu 2, Gomez 8, Koksal, Deniz


La Passalacqua soccombe rispetto al ritmo alto imposto alla gara dalle avversarie. Anche perché coach Lambruschi ha avuto solo sette elementi su cui ruotare per le non perfette condizioni fisiche di Bagnara e Valerio e l’indisponibilità dell’infortunata Spreafico. Le avversarie hanno confermato di essere di livello superiore e non a caso non hanno ancora perso una partita in Eurocup. Ragusa, tuttavia, è riuscita ad incutere un qualche timore quando passa in vantaggio a metà del terzo quarto e si porta sul 51-47. Le biancoverdi sembrano lanciate ma pagano lo sprint. Non aiutano i tantissimi errori dalla lunetta per le biancoverdi che fanno segnare percentuali negative da capogiro. Il Galatasaray non si è scomposto nel momento più difficile, ha accelerato e velocizzato l’azione con Vitola e l’imprendibile Jefferson e poi è arrivato fino alla fine con un vantaggio di +10. E’ stato comunque un match spettacolare, ben giocato da entrambi i quintetti e molto duro perché, soprattutto in avvio le ospiti hanno marcato stretto e non si sono astenute dal contatto fisico. Il primo canestro è delle ospiti ma Ndour riporta sotto le compagne che con Vanloo in regia iniziano bene ma cominciano a sbagliare troppo. Il primo break a 2’50’’dalla fine del primo quarto è 13-23 per le ospiti.

Seconda frazione con Consolini in campo e Ragusa che lotta sotto le plance con Ndour e Larkins. Le biancoverdi agganciano il pari 32 al 2’35’’ ma poi cedono ancora alle avversarie che vanno al riposo sul 37-40. Il terzo quarto è il migliore per le ragusane. Due triple, Vanloo e Gorini danno il vantaggio per la prima volta alle padroni di casa che accelerano ancora e vano sul 47-43 e poi ancora sul 51-47. Passalacqua che entusiasma il pubblico ma il Galatasaray non molla e man mano si riporta sotto. Le turche recuperano ben 10 punti e ne concedono solo 2 a Ragusa per il 53-57. L’ultimo quarto è duro nonostante la tripla iniziale di Vanloo, 56-57. Poi le avversarie prendono il sopravvento e Ragusa non trova il canestro. Jefferson mette scompiglio, Papova e Traore si danno da fare. A 2ì dalla fine la partita è praticamente segnata, 64-75 ma soprattutto perché la Passalacqua annaspa. Tra due settimane si replica ad Istanbul per il ritorno degli ottavi.