Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:16 - Lettori online 1057
RAGUSA - 08/02/2017
Sport - Calcio, Promozione: la società etnea produrrà un video a corredo del ricorso presentato

Città Ragusa-Atl. Catania non omologata per errore tecnico

Toccherà agli organi disciplinari del Comitato regionale districare la delicata vicenda Foto Corrierediragusa.it

La partita tra Città di Ragusa e Atletico Catania non è stata omologata. Il preannunciato ricorso della società etnea ha fatto scattare, come da prassi, la procedura di sospensiva, in attesa di esaminare il ricorso da parte della commissione disciplinare presso il comitato regionale. L’Atletico Catania invoca infatti l’errore tecnico dell’arbitro, il signor Puglisi i Siracusa, che ha convalidato il secondo gol segnato da Nicola Arena. A termini di regolamento il gol era irregolare perché il calciatore che riprende la palla sulla respinta del palo in occasione di un calcio di rigore non può toccare la palla per la seconda volta consecutiva per cui il gol deve essere annullato. L’arbitro e i suoi collaboratori non hanno tuttavia avuto alcun dubbio assegnando la rete al Città di Ragusa che ha portato la squadra sul pari, risultato con il quale si è chiusa la partita. Tutto da vedere se l’arbitro ammetterà di avere sbagliato o se confermerà la validità del suo operato. Se sarà riconosciuto l’errore tecnico la partita dovrà essere ripetuta.

La società etnea è convinta della bontà delle proprie ragioni ed ha allegato un video alla propria documentazione. I dirigenti del Città di Ragusa si dicono tranquilli ed attendono senza ansia alcuna la decisione del giudice sportivo. Il rigore ha poi fatto scaturire scaramucce alla fine della gara tra alcuni giocatori e il pubblico (foto) mentre nel recinto degli spogliatoi nel primo tempo il tecnico azzurro Calogero La Vaccara ha inveito contro l’arbitro per l’espulsione di Pellegrino e lo stesso ha fatto il tecnico etneo Damiano Proto a fine gara. Per i due allenatori è scattata la squalifica fino a lunedì 20 il che significa che i due tecnici dovranno andare in tribuna. Il capitano Pellegrino è stato invece squalificato per due turni e salterà dunque la delicata partita interna contro il Paternò.