Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 11 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 19:25 - Lettori online 708
RAGUSA - 31/01/2017
Sport - Calcio, Promozione: azzurri sempre in testa ma le inseguitrici non mollano

Città di Ragusa pensa già alla super sfida con Atletico Catania

Il tecnico La Vaccara: "Siamo in una fase cruciale del campionato, non possiamo mollare" Foto Corrierediragusa.it

Il Città di Ragusa vicine ma le inseguitrici non mollano. La lotta al vertice entra nella fase decisiva e gli azzurri la vogliono affrontare al meglio cercando di recuperare infortunati e indisponibili. A cominciare da Vindigni che contro il Dagata non ha potuto essere in campo per la febbre. Dice il tecnico Calogero La Vaccara. «Mi attendevo una bella risposta da tutto il gruppo e, in effetti, c’è stata. Cerchiamo, quindi, di andare avanti così perché sappiamo che non possiamo più concedere spazi agli avversari. Ogni domenica è davvero difficile, sappiamo che non si può tirare il fiato. Ad ogni modo, la nostra squadra sta cercando di rispondere per le rime, diciamo così, alle varie sollecitazioni. Il gruppo continua a seguirmi, c’è molta unione e questo ritengo che, in una fase cruciale del campionato, sia assolutamente un fattore importante. Vogliamo proseguire su questa stessa direzione anche per il futuro».

Archiviato il Dagata la squadra del presidente Vitale pensa già allo scontro al vertice che si gioca domenica al «Biazzo». L’Atletico Catania è la squadra che ha sconfitto il Città di Ragusa all’andata ed è formazione ambiziosa. Vincere significherebbe eliminare i catanesi dalla corsa promozione e tenere a debita distanza il Paternò.

E’ successo domenica:
Dagata-Città di Ragusa: 0-2
Marcatori: 30’ pt N. Arena, 12’ st D. Arena

Città di Ragusa: Taranto, Suizzo, Scalone, Ambrogio, Scribano, Buscema, D. Arena, Pellegrino, N. Arena (30’st Vicari, 40’st Tumino), Bonnarigo, Incardona (30’st Vitale


Successo che vale oro per la capolista. Il Città di Ragusa esce con i 3 punti dal campo di Zia Lisa ridotto ai minimi termini per la pioggia caduta. Gli azzurri hanno dimostrato maturità adattandosi alle precarie condizioni del terreno di gioco che non favorisce una squadra tecnica e non si sono fatti condizionare da un ambiente non certo ben disposto nei loro confronti. Ha prevalso la qualità dei più forti grazie alle individualità dei vari Bonarrigo, Arena e Pellegrino ma una menzione speciale spetta al portiere Taranto, autore di tre interventi decisivi in fasi delicate della gara che hanno spento le residue speranze dei padroni di casa. Poche le occasioni nel corso del primo tempo.

L’unica è quella costruita dagli azzurri con Pellegrino che recupera palla davanti alla difesa e si catapulta nella metà campo avversaria per servire Daniele Arena sul cui cross entra il fratello Nicola per il vantaggio ragusano. Nel secondo tempo Taranto si salva alla grande su tiro di Russo ma subito dopo è Daniele Arena con un tiro pregevole a giro a raddoppiare. Il Dagata insiste ma è ancora Taranto a dire di non in due occasioni. La palla buona per la tripletta ce l’ha Bonarrigo ma il suo tiro al volo è parato dal portiere.

I risultati della 4° giornata di ritorno (29 gen. 2017):
Belvedere-Paternò:1-2
Mascalucia- At. Catania:0-5
Dagata- Città di Ragusa:0-2
S. Croce-Sp. Eubea (rinviata)
Aquile Calatine-Rinascita Netina:1-1
Città di Catania-Vittoria:2-2
Marina di ragusa- Trecastagni:1-1
Ha riposato: Megara Augusta

La classifica:
Città di Ragusa 47
Paternò 43*
Atl. Catania 42
Vittoria 32
Sp. Eubea 31*
S. Croce 30**
Marina di Ragusa 30*
Trecastagni 26*
Belvedere 26
Aquile Calatine 24
Megara 23
Dagata 21
Città di Catania 13
Rinascita Netina 12
Mascalucia 7

*Una partita in meno
** due partite in meno
Adrano retrocesso