Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:04 - Lettori online 808
RAGUSA - 14/12/2016
Sport - Calcio: l’esordio al Colajanni contro il Real Ganzaria

E´ festa per i calciatori migranti della "Criscione Lupis"

Nonostante la sconfitta la squadra si è ben comportata. E’ stata una giornata di sport sano Foto Corrierediragusa.it

Hanno perso di misura ma sono usciti dal campo con onore e soprattutto con la convinzione di potercela fare. Un grande abbraccio alla fine della gara di esordio per la Criscione Lupis (foto), la squadra dei migranti di Ragusa iscritta in Terza categoria. La prima partita del campionato giocata contro il Real Ganzaria è finita 2-1 per gli ospiti ma il risultato in questa occasione è quello che contava di meno.

A bordo del terreno di gioco del «Colajanni» ha seguito la gara il presidente della delegazione ragusana della Figc , Claudio La Mattina: «Sono felice di avere assistito ad un momento che ritengo fortemente significativo per il mio mandato alla guida della F.I.G.C. Iblea e che condivido con ognuno che si è speso perché esso si sia potuto realizzare. Avere visto l’esordio della Criscione Lupis è stato per me un motivo di grande soddisfazione, al di là del risultato. Questi ragazzi, fuggiti da fame, guerra, miseria hanno trovato anche nel calcio una loro ragione di ‘nuova’ vita, è davvero una cosa che mi inorgoglisce. Ringrazio di cuore Luca Burruano ed il mio vice, Alberto Gulino, che tanto si sono spesi per portare a compimento quello che, per le rigide e giuste norme che governano il nostro calcio».

La squadra è formata da ragazzi prevalentemente ventenni provenienti da Mali, Gabon, Senegal, Nigeria e vivono in comunità sparse sul territorio da alcuni mesi.