Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 18 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 18:07 - Lettori online 944
RAGUSA - 05/11/2016
Sport - Basket, A1: dopo il vittorioso esordio casalingo contro le francesi del Nantes

Passalacqua rinfrancata affronta Torino al PalaMinardi

Da valutare le condizioni di Bagnara, infortunatasi in allenamento. La società torna sul mercato? Foto Corrierediragusa.it

Torna il sereno in casa Passalacqua ma è subito campionato. Con Torino al palaMinardi (domenica alle 18) bisogna tornare a vincere dopo tre sconfitte di fila. E’ l’occasione giusta sull’onda del successo e del primo posto in EuropaCup. Gianni Lambruschi è convinto della bontà della sua squadra e vuole solo tempo: «Siamo una buona squadra molto giovane, con un play di 23 anni e un pivot di 22, e che in campionato stenta ad ingranare anche perché nelle ultime uscite di campionato abbiamo incontrato alcune squadre con cui è difficile approcciarsi proprio perché a differenza nostra giocano insieme da molti anni. La coppa ha fatto vedere il nostro potenziale e quello che possiamo essere. Oltretutto la coppa, in questo momento, deve servire anche prendere fiducia per il campionato. Diciamo che ci siamo tolti dei fantasmi, abbiamo segnato dei canestri che sono nel nostro Dna e trovato buona intensità».

A margine della partita di giovedì tiene banco la scarsa presenza di pubblico per il debutto europeo. Lambruschi si dice soddisfatto dell’atmosfera ma è anche vero che gli spazi vuoti erano tanti. La giustificazione del tecnico è «buonista»: «Il palazzetto è grande, se fossimo stati al PalaPadua non ci sarebbe stato un posto libero e molta gente sarebbe anche rimasta fuori».

E´ successo giovedì:
Passalacqua - Nantes: 67-50 (8-19, 30-34, 47-43)

Passalacqua: Nicholls 6, Consolini 6, Spreafico 12, Vanloo 18, Ndour14; Gorini 11, Valerio, Formica


Non ci poteva essere esordio europeo migliore. Niente cornice di pubblico al PalaMinardi e gli assenti hanno avuto torto. Eurocup non ha riscaldato i cuori degli sportivi ma la prestazione del quintetto di Lambruschi è stata convincente. Le biancoverdi hanno cominciato con il freno a mano tirato ed hanno sofferto la fisicità delle francesi fino a metà del terzo tempino, poi sono uscite alla grande con Ndour e una superlativa Vanloo (foto) che ha cantato e portato la croce. Ben 18 punti e migliore realizzatrice della gara la belga che ha dato conferma delle sue qualità di leader in campo. Coach Lambruschi aveva chiesto velocità e difesa stretta alle sue giocatrici ed ha avuto le risposte che cercava soprattutto nel finale quando la Passalacqua ha dimostrato di esserci sulle gambe e di avere finalmente migliorato la sua capacità di tiro. Skuballa ha lottato sotto le plance con Ndour ma alla fine si è dovuta arrendere visto che la spagnola l’ha surclassata con 13 rimpalli e 14 punti.

E’ proprio un canestro di Ndour a segnare i primi punti europei al PalaMinardi dopo appena 10 secondi, la spagnola si ripete poco dopo portando la squadra a +4 ma Nantes rimonta e dà ben 11 punti alle padrone di casa. Vanloo sale in cattedra e riporta le compagna a -8 Le ospiti chiamano subito timeout, ma Ragusa è viva e con Consolini e Spreafico torna a meno sei (21-27). Andreyeva dall’arco ridà ossigeno al Nantes, ma Ndour e Vanloo rispondono firmano il -4 all’intervallo sul 30-34. La svolta arriva nella terza frazione di gioco: Vanloo è ancora decisiva, suoi i punti che regalano la parità a quota 36. Il sorpasso lo firma Spreafico con una bomba da 3, poi è il turno di Gorini che piazza cinque punti in fila respingendo gli attacchi delle francesi, per il 44-41. Il botta e risposta tra Vanloo e Lenglet fissa il 47-43 al 30´.

Ultimo quarto tutto per la Passalacqua in forza della migliore preparazione atletica, della difesa che blocca i tentativi di Plouffe e Tornburn e le transizioni concluse con puntualità. Le triple di Ndour e Spreafico valgono il +11 a metà frazione (57-46), Nantes non ne ha più e il finale serve solo per decretare il 67-50 finale Finisce in trionfo e la Passalacqua scaccia i cattivi pensieri del campionato. La Passalacqua è prima a punteggio pieno nel girone E davanti alle ceche del Nymburg e alle francesi di Nantes a quota 3 con Namur a 1 punto.