Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 11 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 12:02 - Lettori online 857
RAGUSA - 21/10/2016
Sport - Calcio, Promozione: al "Falcone Borsellino" delicata trasferta per gli azzurri

Città di Ragusa, scontro al vertice con il Paternò

Il tecnico La Vaccara con i giocatori contati. Mancherà anche Zocco Foto Corrierediragusa.it

Scontro al vertice per il Città di Ragusa al Falcone Borsellino. Per gli azzurri è una prova di maturità che arriva dopo quella sostenuta con l’Atletico Catania due settimane fa. Calogero La Vaccara cerca una risposta più confortante. «In quella occasione –afferma il direttore sportivo, Massimiliano Vitale– non l’abbiamo superata. La squadra non era riuscita ad esprimersi al meglio. Nonostante il grande impegno profuso in fase di preparazione. Adesso, speriamo che le cose vadano diversamente. E’ un’altra partita da affrontare con la concentrazione a mille. Loro sono un buon gruppo che hanno già dimostrato appieno il proprio valore e che cercheranno in tutti i modi di fare valere il fattore campo. Per quanto ci riguarda, invece, dovremo cercare di essere capaci di mettere in vetrina tutto il meglio del nostro repertorio».

Gli azzurri dovranno fare a meno di quattro importanti pedine. Non ci sarà, infatti, lo squalificato Vicari (sconta la seconda delle due giornate che gli sono state comminate dopo l’espulsione sul campo dell’Atletico Catania) ma non ci saranno neppure gli infortunati Bonarrigo, Zocco e il portiere Taranto.

«Sono quattro assenze molto pesanti, inutile nascondersi dietro un dito – sottolinea ancora il diesse Vitale – ma sono fiducioso sul fatto che chi sarà in campo metterà l’anima nel tentativo di centrare l’obiettivo. Abbiamo dimostrato di essere un gruppo molto coeso in altre situazioni e anche stavolta dovremo cercare di puntare avanti con la determinazione di chi sa che può arrivare a battere avversari di livello. Ho visto allenarsi i ragazzi nel corso della settimana e mi sono piaciuti parecchio per determinazione e voglia di mettere in rilievo le loro caratteristiche. Spero davvero che tutto ciò si tramuti in una prestazione sopra le righe. Noi, come società, ce la stiamo mettendo tutta per non lasciare alcunché al caso. In campo vanno i nostri giocatori e sanno che ci aspettiamo il massimo così come il massimo si attendono i nostri tifosi».