Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1016
RAGUSA - 16/10/2016
Sport - Calcio: vinsero il campionato di serie D e furono promossi in C

Il Ragusa del ´76: i campioni si sono ritrovati al "Selvaggio"

Ricordati anche quanti sono scomparsi nel corso degli anni. Una pergamena ricordo per tutti i presenti Foto Corrierediragusa.it

Si sono ritrovati un pò canuti e appesantiti sul prato che li vide protagonisti per alcune stagioni. Sono passati 40 anni e il tempo non si ferma così come il fiume dei ricordi. L’erba del «Selvaggio» nella stagione 76-77 li vide trionfare nel campionato di serie D conquistando la promozione in serie C dopo un testa a testa con il Vittoria. Il presidente del Città di Ragusa Giovanni Vitale ha consegnato all’allora capitano e stopper Saro Librizzi una pergamena (foto) a memoria di quell’impresa di cui fu capace il Ragusa forse più bello, ma certamente più coriaceo di tutti i tempi.

Non è mancato tuttavia qualche momento di commozione quando capitan Librizzi ha ricordato chi di quella stagione non c’è più. A cominciare dal ragusano Roberto Salafia, allenatore valente e poi dirigente, e quel Chico Cacciavillani, autentico trascinatore dalla panchina. Per finire a tre giocatori molto amati dal pubblico e rimasti nel cuore; il veneto, poi giarratanese di adozione Turi Maggio, sette polmoni del centrocampo, Cesare D’Agostino, antesignano esterno di fascia, e il calabrese Pasquale Maida che con le sue serpentine scardinava anche le difese più arcigne. La gigantografia di quella squadra è stata consegnata al libro dei ricordi che Enzo Criscione tiene amorevolmente da sempre e che si arricchisce di un nuovo "pezzo" che sa di antico ma resta molto attuale.