Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1308
RAGUSA - 28/09/2016
Sport - Basket, A1: per la Passalacqua esordio in campionato domenica alle 14.15 a Lucca contro La Spezia

Ndour si presenta: "Ragusa competitiva, sfida affascinante"

L’ala pivot senegalese, naturalizzata spagnola, ha 22 anni ed ha conquistato la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio Foto Corrierediragusa.it

Primo allenamento per Astou Ndour con le nuove compagne. La senegalese naturalizzata spagnola è arrivata puntualmente in sede accolta dal presidente Gianstefano Passalacqua (foto) e da coach Gianni Lambruschi. «Da sempre volevo giocare in Italia e non ci ho pensato due volte ad accettare la proposta di ragusa. So che è una società competitiva e negli ultimi anni ha lottato per le primissime posizioni. Darò il mio contributo. Sono ansiosa di vivere questa nuova esperienza e questa nuova sfida». La senegalese, ala—pivot, 22 anni, 196 cm, è reduce dalla medaglia d’argento vinta con la nazionale spagnola alle Olimpiaadi di Rio e dal campionato Wnba che ha giocato il club texano del San Antonio Stars. Per Ndou e compagne il prossimo appuntamento agonistico è a Lucca per l’opening day di campionato. La prima giornata mette difronte le biancoverdi contro La Spezia. Si gioca domenica alle 14.15.

Il commento di Gianni Lambruschi
La Passalacqua incassa il colpo e riparte. Le biancoverdi devono subito superare la cocente delusione della perdita della Supercoppa sfumata proprio all’ultimo secondo e tocca a coach Gianni Lambruschi riannodare i fili: «Il modo in cui abbiamo perso lascia molti rimpianti e arrabbiature – dice il tecnico biancoverde - però pensando che siamo partiti il 20 agosto con 7 giocatrici nuove e con molti punti di domanda, e che avevamo alle spalle solo due amichevoli, direi che c’è da essere ottimisti e, nonostante la sconfitta anche soddisfatti. E poi, senza dovere andare ad analizzare i singoli episodi, una Schio che fa zero falli nell’ultimo quarto in una partita punto a punto ed in una partita molto fisica fa venire qualche dubbio. Ripeto, non parlo di nessun episodio in particolare, ma faccio solo una piccola annotazione, che riguarda i numeri precisi e insindacabili. Ci tuffiamo in campionato, potendo lavorare finalmente a ranghi completi con l’arrivo di Ndour».

E’ proprio questa la notizia del giorno in casa Passalacqua perché la senegalese naturalizzata spagnola si metterà a disposizione del tecnico già da mercoledì e potrà così esordire in campionato. Con Ndour sarebbe probabilmente staa un’altra partita a Schio con la possibilità di sfruttare una lunga e la fisicità della cestista spagnola. Ora tocca a Lambruschi inserite al più presto Ndour negli schemi della squadra componendo il mosaico.

E’ successo domenica:
Famila Wuber Schio – Passalacqua Ragusa: 67 – 66 (18 - 18, 40 - 33, 54 - 58)

Famila Wuber Schio: Yacoubou I. 18 (9/20, 0/1), Martinez Prat 7 (0/2, 1/2), Bestagno M. 2 (0/4), Gatti G. (0/1, 0/1), Tagliamento ne, Anderson J. 10 (3/6, 1/4), Masciadri R. 9 (2/7), Zandalasini C. 4 (1/4, 0/1), Sottana G. 15 (2/4, 3/7), Ress K. (0/3), Macchi 2 (1/5, 0/1)

Passalacqua: Nicholls 13 (2/10, 3/4), Consolini 9 (2/10, 1/2), Gorini 6 (3/4), Valerio, Spreafico L. 6 (1/3, 1/3), Formica A. 12 (5/6), Bagnara 5 (1/1, 0/1), Brunetti F. 4 (2/3), Vanloo J. 11 (0/1, 3/9), Rimi G. ne.


Una cocente delusione ma una grande partita e una squadra di valore. Le biancoverdi escono sconfitte dal Palaromare ma a 7 secondi dalla fine avevano ancora in mano la Supercoppa 2016. Poi una magia di Anderson con un rimbalzo catturato su tiro di Masciadri ha ribaltato il risultato e la supercoppa resta a Schio per l’ottava volta. Ragusa ha giocato alla pari con le tradizionali avversarie, ha avuto un calo nel secondo quarto, ha ripreso la partita nel terzo quarto andando prepotentemente in vantaggio e lo ha tenuto fino alla fine, o quasi. Finale irresistibile che ha segnato una serata di sport vero.

Coach Lambruschi esce dal Palaromare con alcune certezze. A cominciare dalla bontà delle scelte di mercato con Nicholls e Vanloo su tutte. La belga ha comandato gioco da par suo ed è stata autrice di alcuni tiri da 3. Bene anche Nicholls, uscita fuori alla distanza e Formica che ha tuttavia ecceduto negli errori da sotto. E’ evidente che con l’innesto di Astou Ndour la storia sarà tutta un’altra e la Passalacqua sarà ancora protagonista. Peccato davvero per una sconfitta arrivata sul filo della sirena.