Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:02 - Lettori online 1185
RAGUSA - 25/09/2016
Sport - Basket, A1: si gioca oggi alle 18 al PalaRomare, diretta streaming

Passalacqua a Schio per la sfida di Supercoppa 2016

Nella squadra di Lambruschi assente Astou Ndour, non ancora rientrata dopo Olimpiadi e Wnba Foto Corrierediragusa.it

Famila Wuber Schio e Passalacqua Ragusa (foto) si ritroveranno in campo domenica alle 18 per la prima sfida della stagione. In palio a Supercoppa 2016 tra la vincitrice dello scudetto e quella della Coppa Italia. Ragusa riuscì a battere proprio al PalaRomare scledense il Famila lo scorso aprile contro tutti i pronostici e si presenta cn tutti i tioli da sfidante. Schio ha sostenuto tutta una serie di amichevoli tra cui, due trasferte all’estero contro Nizza e Montpellier, e un quadrangolare con Reyer Venezia, le ungheresi del Sapron e S. Martino. Le giocatrici di Mendes arrivano dunque ben rodate all’appuntamento mentre la Passalacqua ha sulle gambe solo le due amichevoli con S. Martino visto che non è stato possibile trovare avversarie disponibili a venire a Ragusa. Coach Lambruschi deve inoltre fare a meno di Astou Ndour, la senegalese naturalizzata spagnola, che solo da qualche giorno ha concluso il suo impegno in Wnba e prima aveva giocato alle Olimpiadi con la connazionale Laura Nicholls vincendo l’argento. La lunga mancherà certamente allo scacchiere biancoverde e Lambruschi avrà una possibilità di far ruotare le sue giocatrici.

Schio è dunque favorito ma coach Lambruschi non si sente battuto in partenza e dice: «Diciamo che chi vince festeggia, chi perde non si danna l’anima, e non si dispera. Per noi questa partita rappresenta tanto anche perché abbiamo fatto poche amichevoli nel precampionato, sarà tra l’altro la prima partita ufficiale e sarà interessante scoprire chi siamo. Sicuramente Schio resta la squadra da battere, è la società economicamente più forte del nostro campionato e parte già da una posizione di privilegio, dopo ci sono altre squadre che vorrebbero buttarla già dal castello: tra queste non ci siamo solo noi, ma anche le varie Lucca, Napoli e Venezia che si annunciano quanto mai agguerrite. Ci auguriamo un bel campionato».