Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 679
RAGUSA - 13/09/2016
Sport - Calcio, Promozione: gli azzurri masticano amaro per il pari, rossoblù tonificati dalla tripletta

Tra Città di Ragusa e Marina è cominciato il lungo derby

Prossimo turno difficile per la squadra di Gurrieri, in trasferta sul campo della corazzata Atletico Catania Foto Corrierediragusa.it

Il derby a distanza è cominciato. Tra Città di Ragusa e Marina sarà così fino alla fine del campionato per contendersi la supremazia e raccogliere l´eredità lasciata dal Ragusa Calcio. La prima giornata di campionato ha sorriso ai rossoblù ma Gianni Gurrieri (foto) getta acqua sul fuoco: "Era importante partire bene -dice il tecnico del Marina-ma il campionato è ancora lungo. La mia squadra ha ancora margini di miglioramento e sono certo che si toglierà qualche soddisfazione".

Più contenuti gli umori in casa azzurra dove il risultato ad occhiali contro il Belvedere ha lasciato l´amaro in bocca. La differenza tecnica tra le due squadre si è vista tutta in campo ma il Città ha avuto il torto di non capitalizzare la supremazia territoriale soprattutto nel secondo tempo. Domenica si gioca a campi invertiti e per il Marina c´è già il primo esame serio perchè bisognerà affrontare l´Atletico Catania. Gli etnei sono stati costruiti per per vincere il campionato e hanno dimostrato tutta la loro forza passando sul campo del S. Croce coon un gol del loro bomber Sottile. Il Marina ha le carte in regola per dire la sua e la gara dirà tanto sulla effettiva consistenza dei rossoblù.

Per il Città di Ragusa esordio casalingo al "Biazzo" contro il Megara Augusta, reduce dal pari interno contro la Rinascita Netina. Dice il ds Massimiliano Vitale: "Il punto contro il Belvedere è stato un brodino. Dobbiamo avere pazienza perchè il nostro attacco si sveglierà ed allora cominceremo a macinare risultati e far punti".