Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 657
RAGUSA - 02/09/2016
Sport - Automobilismo: organizzato dal Veteran Car Ibleo si tiene da giovedì 8 a domenica 11

"Vecchie signore" per 21ma edizione autogiro Ragusa

Si annuncia dunque una edizione dai grandi numeri con auto di grande attrattiva Foto Corrierediragusa.it

Definito il programma della 21ma edizione dell’Autogiro della provincia di Ragusa che vedrà sfrecciare quattroruote d’epoca di varie marche e modelli, vetture che hanno fatto la storia dell’automobile, lungo le strade dell’area iblea. Sono 83 gli equipaggi che animeranno la 21ma edizione dell’autogiro della provincia di Ragusa promossa dal Veteran Car Club Ibleo. A questi si aggiungeranno quelli locali sino ad arrivare ad almeno un centinaio di equipaggi in lizza per il successo finale. Si annuncia dunque una edizione dai grandi numeri con auto di grande attrattiva.

Il via sarà dato giovedì 8 con l’accoglienza dei partecipanti e le verifiche, dalle 18 alle 20. La partenza di venerdì 9 è fissata alle 9 con sosta e visita guidata a Ragusa Ibla. Alle 11,30 partenza per Punta Secca e Marina di Ragusa. Dopo la pausa pranzo nel pomeriggio la prima prova di abilità al lungomare Andrea Doria, sempre a Marina, con percorso panoramico. Sabato 10, alle 9, partenza con prova di abilità ed in mattinata il gruppo si dirigerà verso Modica con sosta in corso Umberto e visita guidata. Nel pomeriggio prova di abilità in corso Umberto e proseguimento per Scicli. Alle 16 sosta nel centro barocco e visita guidata. Domenica 11 partenza per Ispica, con percorso panoramico e sosta nel centro storico. Alle 11,30 ci sarà una prova di abilità. La manifestazione si concluderà con la premiazione. «Si annuncia – dice il presidente del Veteran, Antonino Provenzale- una edizione molto ricca di stimoli e spunti. Speriamo, come sempre, che sia la passione per le auto d’epoca a farla da padrone. Se a questa si unisce poi la bellezza molto particolare dei luoghi che andremo a visitare, allora si ha esattamente il senso di una kermesse che potrà regalarci grandissime emozioni».