Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1337
RAGUSA - 06/08/2016
Sport - Calcio, promozione: trasferte più agevoli per le società, girone molto competitivo

In Promozione 4 squadre iblee con 8 catanesi e 4 siracusane

Scomparse dal panorama calcistico siciliano società storiche come Modica Calcio e Ragusa Calcio Foto Corrierediragusa.it

Girone D che parla catanese. Le quattro iblee, Città di ragusa, Marina di Ragusa, S. Croce e Vittoria dovranno misurarsi con tre formazioni siracusane, Belvedere, Augusta e Rinascita Netina e Noto che, avendo rinunciato alla D, è stato ammesso in Promozione, e ben otto compagini etnee. Si tratta di Adrano, Aquile Calatine, Atletico Catania, Città di Catania, Mascalucia, Dagata, Paternò, Sporting Eubea e Trecastagni. Rispetto alla scorsa stagione la novità per le ragusane è rappresentata dall’inserimento nel girone orientale e non quello con le società agrigentine e nissene che comporta trasferte più lunghe. Sulla carta il girone appare molto competitivo per la presenza di società come Atletico Catania, retrocesso dall’Eccellenza e il Mascalucia. Tra le siracusane spicca il Noto che ha alle spalle una società ben strutturata e un’esperienza di quattro anni consecutivi di serie D.

Le ragusane potranno dire la loro per la lotta al vertice perché Città di Ragusa e il ripescato Vittoria hanno fatto le cose in grande sulle ali dell’entusiasmo. Da non sottovalutare neanche il Marina di Ragusa che ha pescato bene sul mercato. Per il territorio ibleo il campionato di Promozione, dopo la scomparsa del Modica, rappresenta il gradino più alto. Una ben magra consolazione, visto che si colloca sotto l’Eccellenza nella graduatoria del calcio dilettantistico siciliano per una provincia che ha visto scomparire in un sol colpo due squadre dal nobile blasone, seppur molto impolverato, come Modica e Ragusa.

Ripescaggi: le decisioni del Comitato regionale Sicilia
Ragusa piange, Vittoria fa festa. Le decisioni del Comitato regionale Sicilia sulle istanze di ripescaggio premiano i biancorossi e penalizzano gli azzurri. Il Ragusa è stato infatti tagliato fuori dall’Eccellenza mentre il Vittoria è stato ripescato in Promozione. Paradossale la vicenda del Ragusa che nella classifica stilata dal Comitato regionale sulla base dei parametri fissati si piazza solo al quinto posto ed abbondantemente lontano dal Casteldaccia (68,20 punti) mentre il Ragusa ne totalizza appena 38,20. I quattro posti liberi in Eccellenza vanno dunque nell’ordine a Terranova Gela (ex Atletico Gela) Licata, Pistunina e Casteldaccia.

"Per noi la vicenda è chiusa. Non ci iscriveremo al campionato di Promozione" è il commento del presidente Ettore Tuccitto. La stessa decisione è stata presa da Gianni Iacono, titolare del titolo del Modica Calcio, che non si iscriverà in Promozione. Il calcio siciliano perde in un colpo due squadre storiche come Ragusa e Modica ed è paradossale che vengano ripescati piccoli centri come Pistunina e Casteldaccia solo in virtù dell´anzianità di affiliazione. I parametri del Comitato regionale parlano chiaro perché privilegiano innanzitutto gli anni di affiliazione ed in questo senso il Ragusa, solo due anni perché cancellato a seguito della retrocessione dalla serie D, ha pagato caro. Né è valsa a nulla la controversa fusione con il Modica perché il criterio di privilegiare le squadre retrocesse dall’Eccellenza non è stato riproposto. Fallimento su tutto il fronte del progetto elaborato un mese fa dai dirigenti di Ragusa e Modica. Le due città iblee ripartiranno così con squadre di secondo livello, dal punto di vista «storico», come il Città di Ragusa in Promozione e il New Modica in Seconda categoria.

Il Vittoria è stato invece primo nella classifica dei ripescaggi in Promozione con 73 punti anche grazie alla priorità della disputa dei play off. Al secondo posto il Futura di Brolo e al terzo le Aquile Calatine di Caltagirone. In tutto undici le ripescate ma a causa delle defezioni di Modica e Ragusa potranno aspirare anche le altre escluse. Per Vittoria è un trampolino di lancio e la possibilità di iniziare un nuovo cammino. La società si è attrezzata ed è animata da buone intenzioni. Il ripescaggio servirà a rinfocolare entusiasmi sopiti e rilanciare il movimento calcistico in città.