Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 992
RAGUSA - 16/07/2016
Sport - Basket, A1: completa il reparto delle "lunghe" con Ndour, Nicholls e Brunetti

La Passalacqua ufficializza l´acquisto di Alessandra Formica

ha 23 anni ed è alta 190 cm, nelle ultime sei stagioni ha sempre vestito la maglia della Reyer Venezia Foto Corrierediragusa.it

La Passalacqua ha ufficializzato l’acquisto di Alessandra Formica (foto). La notizia circolava da giorni negli ambienti del basket ma l’accordo è stato concluso nella giornata di ieri. La forte ala/pivot siciliana (Formica è originaria di Augusta) ritorna dunque nella sua terra d’origine per potenziare il reparto «lunghe» della formazione di coach Gianni Lambruschi, reparto che può già contare sulla presenza di Laura Nicholls, Astou Ndour e Federica Brunetti. La neo giocatrice biancoverde, che ha 23 anni ed è alta 190 cm, nelle ultime sei stagioni ha sempre vestito la maglia della Reyer Venezia (il primo anno ha militato con la società satellite Serenissima), conquistando due promozioni, dalla serie B alla serie A1 e una coppa Italia di serie A2. Nell’ultima stagione Formica, che è da sempre nel giro della nazionale, ha giocato una media di 20 minuti a partita, segnando 4,4 punti di media e raccogliendo 4 rimbalzi.

«Ragusa è una squadra valida e ambiziosa –dice la neo giocatrice della Passalacqua- Quando mi hanno esposto il progetto sono stata subito entusiasta al pensiero di avere questa possibilità: puntare allo scudetto e giocare l´Eurocup. È un desiderio fortemente condiviso anche da parte mia. Quindi Ragusa è la realtà perfetta per me. So che i tifosi sono il sesto uomo della squadra. Non vedo l´ora di giocare davanti ad un pubblico del genere. Sono sicura che ci divertiremo e che vivremo grandi emozioni insieme. A cosa aspiro? Sicuramente a continuare a crescere professionalmente e come persona e a raggiungere gli obiettivi fissati dalla squadra. Venezia? Sicuramente è stata una tappa importante nella mia vita. Un´esperienza bellissima, il posto in cui sono cresciuta, ma credo sia altrettanto bello tornare a giocare nel posto in cui sono nata».