Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1123
RAGUSA - 02/05/2016
Sport - Rugby, serie C: i partenopei restano in testa ad una giornata dalla fine del campionato

Padua sconfitto a Napoli perde il treno della promozione in B

I paduini lamentano alcune scelte arbitrali. Presentato ricorso per la mancanza di sicurezza ddell’impianto sportivo Foto Corrierediragusa.it

Afragola Napoli batte Padua Rugby Ragusa 16 a 8. Napoletani al 99 per cento in B, per i ragusani appuntamento al prossimo anno. I fatti sono impietosi ma il Padua recrimina per l’arbitraggio e ha anche presentato ricorso per la mancanza di sicurezza nell’impianto partenopeo.

Alla prima azione della partita i ragusani commettono fallo e Vincenzo Gargano cerca i pali. 3 a 0. Partita subito bella e combattuta. Dura, ma corretta ma costellata di falli. Al 4’ un fuorigioco napoletano mette sul piede di Peppe Iacono la palla del 3 a 3 ma il cecchino ragusano non centra l´acca. Al 16’, per un placcaggio in ritardo, Peppe Iacono ha una nuova opportunità per pareggiare e questa volta non la spreca. 3 a 3. Al 24’ il primo grave errore del fischietto beneventano. Mischia a 5 con introduzione Padua. Il pacchetto ibleo arrotola le magliette ai dirimpettai e l´arbitro fischia una punizione a favore dei biancazzurri, che chiedono di rigiocare una nuova mischia. Il pilone sinistro partenopeo tira verso il basso ma il signor Schipani assegna una punizione per fallo di Stefano Russo. Cinque punti persi.

La partita si mantiene avvincente e combattuta. Al 34’ un fuorigioco ibleo consente a Gargano di riportare in vantaggio la propria squadra. 6 a 3.
Il Padua non si abbatte e continua a giocare alla sua maniera e al 37’, al termine di una bella azione arriva la metà di Luca Cavalieri. Capitan Iacono non trasforma ma la posizione è molto angolata. 6 a 8. Il primo tempo si chiude qui.

Nella ripresa c´è un fallo in ruck dei paduini e il Napoli rimette la testa avanti. 9 a 8. Passa un minuto e i ragusani commettono nuovamente lo stesso fallo. Punizione e giusto cartellino giallo per Cristian Iacono. Giocare con un uomo in meno per 10 minuti potrebbe essere la svolta per una partita che finora è stata estremamente equilibrata e invece la strenua difesa ibleo non consente ai padroni di casa di approfittare della superiorità. Al 64’ c’è un fallo dell’ala rossonera Paolo Scognamillo e l’arbitro non può fare a meno di estrarre un altro giallo. Passano un paio di minuti e il Padua ha due occasioni per riportarsi in vantaggio. La prima viene vanificata da un placcaggio in extremis su un Peppe Iacono lanciato in meta, che viene spinto fuori quando ormai è a pochi centimetri dalla linea di meta. Nella seconda ci mette invece lo zampino il signor Schipani. Mischia a cinque per il Padua. Le prime linee ingaggiano, quella napoletana arretra, l´arbitro fischia una punizione contro i ragusani. Un minuto dopo Gargano trasforma una meta e porta la propria squadra oltre il break. 16 a 8.