Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1006
RAGUSA - 26/04/2016
Sport - Calcio, Promozione: domenica scorsa la gara è stata sospesa per il grave infortunio ad un giocatore

Canicattì-Ragusa si gioca sabato, in palio la finale play off

Si ripartirà dal primo minuto di gioco come se la gara precedente non fosse stata disputata Foto Corrierediragusa.it

La semifinale play off tra Canicattì e Ragusa si gioca sabato al «Bordonaro». La decisione è venuta dal Comitato regionale Sicilia che ha anche stabilito che la partita comincerà dal primo minuto e non dal momento in cui è stata sospesa. Inizialmente era stato deciso di giocare la gara mercoledì ma il perdurare del ricovero di Rosario Comparato ha indotto la dirigenza del Canicattì a chiedere uno slittamento sul quale il Ragusa è stato pienamente d’accordo. «Non potevamo dire di no –dice il presidente Ettore Tuccitto- Capiamo le difficoltà e il momento difficile che la società e i giocatori hanno attraversato. Per fortuna il giocatore è stato dichiarato fuori pericolo. Questo è quello che conta». La gara sarà diretta da una nuova terna arbitrale e tutto quello che è successo in campo nei primi 20’ disputati sarà annullato comprese le due ammonizioni comminate a due giocatori di casa.

Il Ragusa non potrà contare su Iabichella perché la squalifica non viene azzerata in quanto la gara di domenica scorsa è come se non fosse mai cominciata. Il tecnico Salvatore Utro ha ripreso gli allenamenti e continuerà fino a venerdì a lavorare sul gruppo. La squadra nello spezzone di gara disputata nella bolgia del Bordonaro ha dimostrato maturità e non si è fatta condizionare dalla bolgia di tremila tifosi sugli spalti. Un buon segnale per il tecnico in vista della gara decisiva di domenica. La finale con il Licata è naturalmente slitta a domenica 8 maggio


E´ successo domenica:
Canicattì-Ragusa: sospesa al 20’del primo tempo sul risultato di 0-0


L’attesa semifinale dei play off è stata sospesa per una grave incidente soccorso a Rosario Comparato. Tutto è successo al 20’ del primo tempo quando il centrocampista biancorosso ha cercato di colpire la palla in elevazione e si è scontrato con un giocatore del Ragusa. Durissimo il colpo alla testa subito e la susseguente caduta anche perché Comparato ha sbattuto la faccia a terra. Sono stati momenti di panico e di paura al «Bordonaro». In campo non c’era infatti un’ambulanza ed è stato un corri corri generale. L’ambulanza è arrivata dopo quasi mezzora dalla chiamata e quando ha cercato di entrare all’interno del recinto di gioco il cancello era ostruito da alcune macchine per cui si è perso altro tempo mentre il giocatore era esanime in campo. I primi soccorritori hanno cercato di fare del proprio meglio, poi la corsa in ospedale. Comparato comunque è stato dichiarato fuori pericolo nella tarda serata e provvidenziale è risultato l´intervento sul campo di un medico che stava assistendo alla partita.

Le squadre sono rientrate negli spogliatoi dopo che l’arbitro ha dichiarato sospesa la gara. Dice il tecnico del Ragusa Salvatore Urso di rientro a Ragusa con la squadra: «Al di là di quello che ha deciso l’arbitro né noi né il Canicattì avremo continuato la gara perché abbiamo vissuto momenti di grande paura». Ora bisognerà attendere le decisioni del comitato regionale Sicilia per le determinazioni del caso.
E’ comunque incomprensibile come per una partita di cartello, con migliaia di spettatori sugli spalti non fosse presente un’ambulanza a bordo campo così come previsto dai regolamenti a tutela della salute e dell’integrità di calciatori e pubblico.