Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1434
RAGUSA - 07/04/2016
Sport - Basket, A1: domenica si gioca l’ultima giornata della stagione regolare

La Passalacqua si è complicata la vita. Coach Gianni Lambruschi: "Ripartire subito da Venezia"

Il terzo posto sembra ormai un dato acquisito ma questo porterà ad una ennesima sfida con Schio nelle semifinali play off Foto Corrierediragusa.it

La Passalacqua si è complicata la vita. La sconfitta con Schio ha riportato la squadra e tutto l’ambiente con i piedi per terra. Non tanto per la sconfitta ma per il modo in cui è maturata. Appena due quarti per tagliare fuori dalla contesta la squadra neo vincitrice della coppa Italia che in campo, davanti ad un pubblico festoso, ha dimostrato che non c’era con la testa. Batterie scariche, errori banali e ripetuti e non c’è stato verso. Resta ora la partita di domenica con il Venezia, battuto in semifinale di coppa, ma è quasi una partita senza grande significato. I conti sono presto fatti.

Lucca e Schio giocano in casa con Orvieto e Cagliari e vinceranno senza problemi mantenendo seconda e prima posizione rispettivamente. La Passalacqua resterà terza se vince ma anche se perde con meno di 30 punti di scarto. Il terzo posto significherà dopo gli ottavi trovarsi ancora una volta Schio sulla strada con il vantaggio per le scledensi di giocare l’eventuale bella in casa al netto delle tre partite. Coach Lambruschi non vuole comunque fare calcoli e dice: «Dobbiamo buttarci alle spalle questa partita, cercare di migliorare alcune cose, indipendentemente da quello che abbiamo sbagliato e che di solito non sbagliamo in altre condizioni, e dovremo cercare soprattutto non caricare negativamente questo risultato».

E´ successo mercoledì:

Passalacqua Ragusa-Famila Wuber Schio: 55-82 (10-22, 23-51, 40-71)

Passalacqua Ragusa: Consolini, Gorini 14, Erkic 3, Little 16, Brunson 13; Valerio, Ngo Djock 4, Gonzales 5, Nadalin, Micovic

Schio rovina la festa alla Passalacqua. Quella che doveva essere la sfida al vertice ha avuto solo un protagonista. E’ stato Schio che già nei primi due quarti ha chiuso la partita. Netto e ampio il divario tra le padrone di casa e le ospiti che sono andate al riposo con un rassicurante + 24. Passalacqua praticamente doppiata e «suonata» dai tiri dalla distanza e dal gioco veloce delle scledensi che sono partite fortissimo ed hanno approfittato dell’assenza delle biancoverdi. Troppo lente le ragazze di coach Lambruschi ma soprattutto troppo approssimative al tiro. Errori su errori da tre, sotto canestro a rimbalzo. Brunson e Little annaspano perchè chiuse molto bene dalla rocciosa difesa ospite e la partita è già segnata a metà gara.

Il divario addirittura si allarga nel terzo quarto e raggiunge un ingiustificabile +31 per una squadra che appena tre giorni prima ha messo sotto le campioni d’Italia. Lambruschi fa ruotare le sue, cambia assetto tattico, si affida a Gonzales per dare maggiore velocità ma non c’è niente da fare perché Macchi ha la mano cada, ben 30 punti i suoi, Walker si difende bene e Yacoubou è un martello con Gatti che velocizza e mete scompiglio. L’ultimo quarto è pura accademia o quasi perchè Ragusa continua a sprecare e sbagliare e Schio non molla. Il pubblico non risparmia gli applausi alle proprie beniamine che hanno conquistato la Coppa Italia ma stasera ci sarebbe voluta quella squadra e non la sua versione sbiadita. Della serata resta la festa con i tifosi con tanto di Coppa esibita davanti al pubblico ma c’è un sapore di amaro anche perché il campionato per la Passalacqua ora si complica.