Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1038
RAGUSA - 03/04/2016
Sport - Basket, A1: si gioca oggi alle 18 al Palaromare della cittadina veneta

Per la Passalacqua è l´ora della finale. Schio ultimo ostacolo per sollevare la coppa Italia

Successo agevole in semifinale contro Venezia grazie ad una partenza sprint Foto Corrierediragusa.it

Passalacqua Ragusa-Humana Reyer Venezia: 63-58 (27-11, 41-27, 54-39)

Passalacqua Ragusa: Consolini 3, Gorini 11, Erkic 8, Little 8, Brunson 16; Gonzales 2, Nadalin 8, Micovic 3, Ngo Djock, Valerio


Missione compiuta. La Passalacqua è in finale dopo la bella vittoria contro Venezia. Affronterà le tradizionali rivali di Schio, che hanno battuto Lucca nell´altra semifinale. Un successo fortemente voluto quello delle aquile biancoverdi che sono partite a tutto gas, contrariamente alle loro ultime prestazioni, ed hanno messo sotto le lagunari andando avanti di ben 16 punti già nel primo tempino. Gorini in regia ha tenuto le fila del gioco mentre Rebekkah Brunson è stata il solito martello che Venezia non è riuscita a contenere.

Travolgente il secondo tempino con la Passalacqua che praticamente chiude la partita prima di andare a riposo. Le ragusane sono tutte attente e pronte a chiudere in difesa e ripartire con gioco veloce con Brunson subito pronta sotto canestra. Nella ripresa distanze sempre nette tra le ragusane e le veneziane che non riescono a colmare l’iniziale svantaggio. Ruzickova e Fontenette ci provano ma predicano nel deserto ed inoltre la difesa biancoverde trova le giuste contromisure. La Coppa è ora ad un passo.

«Abbiamo iniziato col piglio giusto – dichiara l’assistant coach Gianni Recupido – ed abbiamo preso un buon vantaggio all’intervallo soprattutto giocando in 10, poi nel terzo quarto abbiamo continuato a ruotare le giocatrici, alla fine c’è stato un calo ma la partita non è stata mai messa in discussione. Abbiamo pensato forse troppo presto alla finale ma siamo soddisfatti perché c’è stata una buona prova delle ragazze ed abbiamo portato a termine quello che era il nostro piano pre partita, ovvero quello di mandare in campo tutte e 10».

Famila Wuber Schio-Gesam Lucca: 68-60 (16-12, 34-30, 50-40)