Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1231
RAGUSA - 14/03/2016
Sport - Basket, serie C: contro Fp Messina i virtussini conquistano la vittoria nel finale

Nova Virtus salvezza anticipata, Vigor S. Croce è un calvario

I vigorini all’ottava sconfitta consecutiva sul parquet del Green Basket Palermo Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa-Fp Sport Messina 81-73 (Parziali: 14-15,32-35, 60-50)

Nova Virtus Ragusa: Licitra 11, Boiardi 25, Mammana 3, Canzonieri 8, Cataldi 2, Ferrera, Ferlito 8 Chessari 5, Scalone, Sorrentino 19, Taddeo All. Di Gregorio


La Nova Virtus (foto) spezza l’equilibrio della gara nel finale e mette al sicuro la salvezza. Messina si deve arrendere agli assalti di Sorrentino e Boiardi che non perdonano sotto canestro. Buona la prova dei virtussini che partono in sordina ma man mano riescono ad entrare in partita. Primo quarto equilibrato con Messina che va prima in vantaggio. Poi i padroni di casa cominciano a carburare e si lasciano dietro gli ospiti. Il break decisivo nel terzo quarto con ben 10 punti di vantaggio. La Nova Virtus gestisce la gara al meglio nell’ultimo quarto e conquista praticamente la salvezza a quattro giornate dalla fine del campionato

Green Basket Palermo-Vigor S. Croce: 88-73 (19-21; 44-37; 62-50)
Green Basket: Gullo 18, Bontempo 8, Tagliareni 14, Trevisano 6, Cerasola 2, Vitale 11, Lombardo 26, Zingale 3, Ramil, Ciacciofera, Cusimano 2, Biondo ne. All. Bonanno. Vice: Verderosa.

Vigor S. Croce: G. Occhipinti 11, Cascone 8, S. Rizzo 19, Susino 10, G. Rizzo 15; R. Occhipinti 4, Barone 3, Lena, Di Stefano 3, Cavallo. All. Di Stefano.


La Vigor nell’anticipo di sabato fa registrare il record negativo di otto sconfitte consecutive, cedendo sul campo del Green Basket Palermo per 88-73 e contro una formazione ormai esclusa dalla lotta per la promozione. I padroni di casa ritrovano capitan Lombardo, al rientro dopo tre giornate di stop per infortunio e autore di 26 punti. Nella Vigor invece è ancora assente capitan Giorgio Distefano per un problema alla caviglia ma la formazione biancoazzurra ha tentato di rimanere in partita fino alla fine, affidandosi alla regia di Giovanni Occhipinti e alle soluzioni di Salvatore e Giacomo Rizzo e tentando il disperato aggancio quando erano sotto di appena cinque punti. Eppure la gara non era cominciata male per la Vigor che chiudeva il primo parziale in vantaggio di due punti grazie all’ispirazione di Occhipinti che alimentava le giocate dei fratelli Rizzo. Nel secondo parziale c’era la rimonta del Green Palermo spinta da Lombardo autore di alcune pregevoli triple. Nel terzo parziale la Green provava la fuga allungando a 48-37. Poi la Vigor riorganizzava le idee e rientrava in partita grazie a un paio di scorribande di Occhipinti e accorciando fino al -7. Ma era ancora Lombardo che allungava con le sue triple consentendo alla sua squadra di chiudere il terzo parziale in vantaggio per 62-50. Nell’ultimo periodo la Green controllava senza spingere più di tanto sull’acceleratore e la Vigor accennava ad una reazione. Rizzo provava a scuotere gli ospiti, ricucendo fino al 72-67, ma i padroni di casa riprendevano la corsa e chiudevano la gara sull’88-73. La contemporanea sconfitta del Cus Catania contro Costa d’Orlando mantiene in vita la Vigor, anche se i ragazzi di coach Di Stefano per ottenere la salvezza devono cercare di giungere a pari punti di Catania e Messina e prevalere poi nella classifica avulsa. A quel punto sarebbe anche necessario vincere quattro partite su quattro e sperare in altrettanti passi falsi da parte delle rivali.